1890: Bohemians F.C.

bohemian-oldclub-wp

Il calcio arrivò in Irlanda intor­no al 1878, per iniziativa di un commerciante. Il centro della vita irlandese, in quei tempi in cui esisteva una sola nazione, era Belfast, ma ovvia­mente Dublino, con la sua tradi­zione di cultura e civiltà, rappre­sentava un’entità importantissima. Il primo club calcistico della città fu proprio il Bohemian, fondato in una strepitosa, dolce serata del settembre 1890, esattamente il 6, da un gruppo di studenti di diversi collegi della città.

La prima sede di gioco fu la medesima nella qua­le era stata presa la decisione di creare la squadra, cioè il Phoenix Park, ma dopo quattro anni fu scelto il campo di Croke Park, vi­cino alla Jones Road, mentre nel 1985 ci fu un ulteriore spostamen­to nella zona di Glasnevin e nel 1901 fu inaugurato lo stadio Dalymount Park, che tuttora… resiste (dopo una ristrutturazione) e che fino a pochi anni fa ospitava rego­larmente le partite della Naziona­le, con il record di 48.600 presen­ze per una partita del 1957 contro l’Inghilterra.

Anche sui colori, come accadeva molto spesso, non ci fu stabilità iniziale: la prima di­visa prevedeva una maglia bianca con due striscione rosse verticali, una stella rossa sulla parte destra del petto e pantaloncini neri, men­tre in contemporanea con lo spo­stamento di campo vennero scelti i colori che sono tuttora in vigore, rosso e nero.
Come sempre, le pri­me competizioni furono principal­mente a livello locale, con la partecipazione alla Leinster Cup, ri­servata ai club della provincia e vinta per ben sei volte consecutive, dal 1894 al 1899. Nel 1895 i “Bohs” furono la prima squadra di Dublino a raggiungere la finale della Coppa, anche se la circostan­za non viene ricordata con partico­lare gusto dai tifosi rossoneri, per­ché l’avversaria, il Linfield, si im­pose per 10-1.

La preminenza del club nel panorama di quella che sarebbe diventata la Repubblica d’Irlanda fu testimoniata dal fatto che in occasione della prima parti­ta tra nazionali giocata a Dublino, il 17 marzo 1900 contro l’Inghil­terra, tale Dr. Sheehan dei “Bohs” fu l’unico giocatore della rappresentativa irlandese prove­niente da un club del sud dell’iso­la.

Nel 1902 la squadra entrò a far parte della Irish League, mentre nel 1908 arrivò il primo successo, sullo Shelbourne nella finale del­la Irish Cup (foto sotto), al termine di un tor­neo che ebbe tutte le componenti giuste per passare alla storia. Il Bohemian fu infatti costretto al pareggio da tutte le avversarie (Glentoran, Linfield, Belfast Celtic), sconfiggendole poi nella ripetizione. E nella finale il portie­re dei rossoneri Jack Hehir parò due rigori lasciando il risultato sul punteggio di 1-1, il che portò ad un altra ripetizione, che i “Bohs” vinsero 3-1 con reti dei fratelli Willie e Dick Hooper.

Fu, quello, il segnale che stava di accadere qualcosa di importante nella storia di questa società che era subito di­ventata una sorta di simbolo spor­tivo per la città di Dublino. Supe­rata con ovvi traumi la separazio­ne dall’Irlanda del Nord, i “Bohs” nel 1921 erano usciti dalla Irish Leeague originale ed avevano fon­dato la Southern League assieme ad altre squadre.

Il Bohemians vincitore della Irish Challenge Cup per la stagione 1907/08. In alto da sinistra: C.C. Robertson, W.R. Bastow, P.J. Thunder, T. Healy, M.F. McElhinney, G. Cook (allenatore) In mezzo da sinistra: R.M. Hooper, H.A. Sloan, J. Balfe (capitano), J.C. Hehir, J. Slemin Seduti da sinistra: D. Hannon, W.F. Hooper

Il Dalymount Park, la casa dei Bohemians