Coppa delle Coppe 1997/98: CHELSEA F.C.

Trionfa la multinazionale di Vialli & C.

Il Chelsea vince il trofeo per la seconda volta, superando con un solo gol lo Stoccarda nella finale di Stoccolma. Gli inglesi si erano imposti ventisette anni prima battendo il Real Madrid.
I londinesi si erano affidati a Gianluca Vialli nel doppio ruolo di giocatore e allenatore dopo la partenza di Ruud Gullit tre mesi prima. Superato il primo turno a spese dello Slovan Bratislava (doppio 2-0), negli ottavi è prevista la trasferta nella città norvegese di Tromso, vicino al Circolo Polare Artico. Una richiesta per il rinvio della partita (date le condizioni estreme) è respinta e il Chelsea è sconfitto per 3-2, vendicandosi però nella gara di ritorno, vinta 7-1. Due reti di Tore André Flo nella fase iniziale della partita esterna a Siviglia gettano le basi per una vittoria sul Real Betis nei quarti di finale. In semifinale il Chelsea soffre il Lanerossi Vicenza, che vince 1-0 all’andata e si porta sull’1-0 a Londra. Le reti di Poyet, Zola e Hughes garantiscono il passaggio del turno con il punteggio complessivo di 3-2.

Dal canto suo, lo Stoccarda si affida ai centrocampisti Krassimir Balakov e Murat Yakin oltre che a Fredi Bobic in attacco. ll cammino dei tedeschi è costellato da rendimenti incostanti, ma pur sempre efficaci. Superati gli islandesi dell’IBV, negli ottavi arriva la rotonda vittoria per 4-0 contro il Beershot, che inutilmente sconfigge i tedeschi 4-2 nel ritorno. Nei quarti o Slavia impone l’1-1 a Praga arrendendosi poi a Stoccarda per 2-0 con due reti del bulgaro Balakov. Le semifinali vedono una doppia vittoria ai danni del Lokomotiv Mosca (2-1 e 1-0) per l’approdo alla finale di Stoccolma.

L’ultimo atto è combattuto duramente, le due squadre sono infatti bloccate dall’importanza della posta in palio e fin dall’inizio appare chiaro che l’esito della gara sarebbe stato deciso da un episodio o da un colpo di genio. Il Chelsea prende l’iniziativa nella fase iniziale anche per sfruttare le incertezze di una difesa tedesca priva degli squalificati Verlaat e Spanring. Una bella manovra corale dopo cinque minuti di gioco libera Di Matteo, ma l’ex laziale tira a lato da posizione favorevole. Entrambe le squadre sono giunte alla finale con la reputazione di formazioni votate al gioco d’attacco ma vulnerabili in difesa. Quella del Chelsea è messa alla prova da due tiri di Bobic al 12’ e al 14’ finiti di poco fuori. Balakov si libera al 19’, ma il suo tiro è brillantemente respinto da De Goey. I londinesi hanno alcune occasioni da gol prima dell’intervallo: Poyet costringe Wohlfahrt a una grande parata e un tiro al volo di Wise finisce di poco a lato. Ancora il Chelsea sfiora la rete all’inizio della ripresa con un altro tiro di Wise che lambisce il palo. E al 58’ un tentativo del terzino Granville è una volta sventato da Wohlfahrt.

La mossa decisiva per la vittoria del Chelsea la fa Vialli, che dopo 70 minuti fa entrare in campo Zola, escluso dalla formazione iniziale a causa di uno stiramento all’inguine. Dopo soli venti secondi il sardo si inserisce in velocità su un passaggio di Wise che aveva tagliato la difesa avversaria, lasciando partire uno straordinario tiro nell’angolo alto. Il Chelsea si chiude subito in difesa e subisce all’84 l’espulsione di Petrescu. Lo Stoccarda non sa sfruttare il vantaggio numerico e finisce anch’esso in dieci uomini per l’espulsione di Poschner durante i minuti di recupero.
Per Vialli, che aveva già vinto il trofeo come calciatore nel 1990 con la Sampdoria, il trionfo è giunge solo tre mesi dopo avere assunto anche l’incarico di responsabile tecnico del Chelsea.


L’inaspettata conquista della Coppa Italia
nella stagione 1996/97 spinge il Vicenza di Guidolin nell’arena europea della Coppa dell Coppe. Una semifinale persa contro il Chelsea di Vialli e Zola consegnerà l’impresa dei biancorossi alla storia.

Leggi l’intera epopea del Vicenza in Coppa delle Coppe: Il sogno europeo del Vicenza di Guidolin

chelsea-vicenza98-dsfljjjs83-wp

IL TABELLONE DELLA COPPA DELLE COPPE 1997/98

Turno preliminare
Sedicesimi di finale
Ottavi di finale
Quarti di finale
Semifinale
FINALE