2000 – SYDNEY

OLYMPIC2000-WP

Medaglia d’Oro: CAMERUN

Sedici nazioni, 32 gare e 102 reti, una media di oltre tre a partita: questi i numeri del primo torneo olimpico del millennio. i campioni in carica della Nigeria sono ancora tra i favoriti ma alla fine sarà un altro paese africano, il Camerun con i suoi leoni indomabili, a portare a casa una storica medaglia d’oro.

E’ merito del ct Jean-Paul Akono che riesce a fondere gioventù ed esperienza, combinando i piccoli talenti Geremi Mjitap, Kauren Etame Mayer e Samuel Etoo con i già affermati Patrick Mboma e Serge Mimpo. L’inizio del torneo è però abbastanza stentato: battuto per 3-2 il Kuwait, seguono due anonimi pareggi con la Repubblica Ceca e gli Stati Uniti. Ma il bello deve ancora arrivare…

Perchè è nei quarti che esplode il Camerun, contro il Brasile di Wanderley Luxemburgo. Al 90′ gli africani sono in vantaggio per 1-0 grazie ad una rete di Mboma ma al quarto minuto di recupero Ronaldinho mette in salvo i verdeoro approfittando di uno svarione della difesa. Nei supplementari domina la prudenza ma il golden gol arriva, ed è ancora Mboma a spingere il Camerun in semifinale.

Il Cile di Zamorano, che nel frattempo ha estromesso a sorpresa la Nigeria con un perentorio 4-1, è l’avversario dei leoni africani. Primo tempo a passo lento ma nella ripresa a sorpresa si porta in vantaggio il Cile grazie ad un’autorete di Patrice Abanda. Il ruggito del Camerun non si fa aspettare e all’84’ ancora Mboma riporta le sorti in parità. Ma non è finita perchè ad un minuto dalla fine un rigore trasformato da Lauren spinge i Leoni Indomabili in finale.

Le reti del Camerun a Sydney 2000

Allo Stadio Olimpico di Sydney sono in 100.000 ad attendere chi si porterà a casa la medaglia d’oro tra Spagna e Camerun. Tra gli africani entusiasma il portierino Kameni, eroe sedicenne della gara contro il Brasile, tesserato dai francesi del Le Havre. Kameni para il penalty, mal calciato da Angulo, un attimo dopo aver subito, incolpevole, il gol da punizione malandrina di Xavi. Il resto, al di là di un palo esterno colpito nei supplementari da Capdivela e del doppio errore di Amaya (autogol e rigore decisivo fallito), è una continua invenzione degli africani che puniscono il modulo rinunciatario degli spagnoli, pur passati al doppio vantaggio allo scadere del primo tempo, con il più calligrafico dei contropiede, firmato da Gabri. Peccato che il talentino del Barcellona si fa espellere a metà ripresa per un tackle assassino su Alnoudji, imitato a fine gara da Josè Mari, pur con l’attenuante di una gomitata subìta da Abanda e invece pagata con il cartellino giallo. Eppure, in doppia superiorità numerica, il Camerun si smarrisce, incapace di agguantare il golden gol, complice l’annullamento di una rete regolarissima al talentuoso Etoo. A condannare definitivamente gli spagnoli, il ventaglio dei rigori, aperto e chiuso dai due “italiani” Mboma e Wome.

La partecipazione dell’Italia (tra le cui file troviamo futuri campioni del mondo come Gattuso, Pirlo e Zambrotta) è ancora una volta anonima. Superato il primo turno grazie a due vittorie con Honduras e Australia e un pareggio con i campioni in carica della Nigeria, escono nei quarti contro la Spagna in una partita vissuta dagli uomini di Tardelli sotto traccia, e mai accesa, se non per pochissimi minuti (colpo di testa di Ventola all’80’, pochi minuti prima del gol decisivo di Gabri).

olimpiadi2000camerun

I RISULTATI

Gruppo A

Nigeria Honduras 3:3 (0:1)
Australia Italia 0:1 (0:0)
Italia Honduras 3:1 (3:1)
Australia Nigeria 2:3 (2:2)
Italia Nigeria 1:1 (0:1)
Australia Honduras 1:2 (0:1)
Squadra P.ti
 Italia 7
 Nigeria 5
 Honduras 4
 Australia 0

Gruppo B

Corea del Sud Spagna 0:3 (0:3)
Marocco Cile 1:4 (0:2)
Corea del Sud Marocco 1:0 (0:0)
Spagna Cile 1:3 (0:2)
Corea del Sud Cile 1:0 (1:0)
Spagna Marocco 2:0 (1:0)
Squadra P.ti
 Cile 6
 Spagna 6
 Corea del Sud 6
 Marocco 0

Gruppo C

Camerun Kuwait 3:2 (1:0)
USA Repubblica Ceca 2:2 (2:1)
Repubblica Ceca Kuwait 2:3 (1:0)
USA Camerun 1:1 (0:1)
Repubblica Ceca Camerun 1:1 (0:1)
USA Kuwait 3:1 (1:0)
Squadra P.ti
 USA 5
 Camerun 5
 Kuwait 3
 Rep. Ceca 2

Gruppo D

Brasile Slovacchia 3:1 (1:1)
Sudafrica Giappone 1:2 (1:1)
Brasile Sudafrica 1:3 (1:1)
Slovacchia Giappone 1:2 (0:0)
Brasile Giappone 1:0 (1:0)
Slovacchia Sudafrica 2:1 (0:0)
Squadra P.ti
 Brasile 6
 Giappone 6
 Sudafrica 3
 Slovacchia 3

Quarti di finale

USA Giappone 5:4 (0:1, 2:2, 2:2) dr
Brasile Camerun 1:2 (0:1, 1:1) dts
Italia Spagna 0:1 (0:0)
Cile Nigeria 4:1 (3:0)

Semifinali

Spagna USA 3:1 (2:1)
Cile Camerun 1:2 (0:0)

Finale per il 3° posto

Cile USA 2:0 (0:0)

Finale per il 1° posto

Camerun Spagna 5:3 (0:2, 2:2, 2:2) dr

IL MEDAGLIERE

50px-Gold_medal.svg

Camerun U-23

Patrice Abanda, Nicolas Alnoudji, Clement Beaud, Daniel Bekono, Serge Branco, Joël Epalle, Samuel Eto’o, Geremi, Idriss Carlos Kameni, Daniel Ngom Kome, Lauren, Modeste M’Bami, Patrick Mboma, Albert Meyong, Serge Mimpo, Aaron Nguimbat, Patrick Suffo, Pierre Womé.
All. Jean-Paul Akono.
50px-Silver_medal.svg

Spagna U-23

David Albelda, Amaya, Miguel Ángel Angulo, Daniel Aranzubía, Joan Capdevila, Felip, Jordi Ferrón, Gabri, Ismael, José Mari, Jesús María Lacruz,Albert Luque, Carlos Marchena, Carles Puyol, Raúl Tamudo, Unai, Toni Velamazán, Xavi.
All. Iñaki Sáez.
50px-Bronze_medal.svg

Cile U-23

Cristián Álvarez, Francisco Arrué, Pablo Contreras, Javier Di Gregorio, Sebastián González, David Henríquez, Manuel Ibarra, Claudio Maldonado,Reinaldo Navia, Rodrigo Núñez, Rafael Olarra, Patricio Ormazábal, David Pizarro, Pedro Reyes, Mauricio Rojas, Héctor Tapia, Nelson Tapia, Rodrigo Tello, Iván Zamorano.
All. Nelson Acosta.