Coppa delle Coppe 1967/68: MILAN

milan-coppa-coppe-1967-68-wp

L’invincibile armata di Nereo Rocco

Le speranze di una tripletta tedesca si infrangono contro Kurt Hamrin, l’ala svedese che aveva guidato al successo la Fiorentina nella prima finale di Coppa delle Coppe UEFA. Il Milan di Rocco, la sua nuova squadra, elimina infatti avversarie tedesche in semifinale e in finale conquistando il trofeo per la prima volta.

Entrambe le finaliste, curiosamente, hanno bisogno di giocare tre partite per accedere ai quarti di finale. Dopo due pareggi consecutivi, l’Amburgo e il Milan si impongono infatti per 2-0 negli spareggi, rispettivamente contro il Lione e lo Standard Liegi. In semifinale, l’Amburgo è bloccato sull’1-1 casalingo dal Cardiff City trascinato in attacco da John Toshack. Il successo per 3-2 in Galles spalanca ai tedeschi le porte della finale a Rotterdam. Dopo aver eliminato nell’ordine Panathinaikos, Vitória Setúbal e Valencia, il Bayern Monaco parte con i favori del pronostico contro il Milan. I rossoneri estromettono però dal torneo i campioni in carica grazie al 2-0 interno (reti di Sormani e Prati) e a una strenua difesa del vantaggio in Bavaria.

A Rotterdam, davanti a 53.000 spettatori, i rossoneri sfoggiano un prestazione impeccabile in difesa, grazie al contributo di campioni quali Karl-Heinz Schnellinger e Giovanni Trapattoni, e colpiscono inesorabilmente in contropiede, ispirati da Gianni Rivera. La velocità di Hamrin semina lo scompiglio nella retroguardia tedesca, perforata dallo svedese già al 3′: Sormani in azione a centrocampo invita alla discesa Anquilletti con un colpo di tacco, il terzino di proietta in avanti e allunga ad Hamrin che in corsa fulmina Ozcan. La reazione dell’Amburgo è immediata e Gerd Dorfel sfiora il pareggio ma al 13′ è ancora pericoloso il Milan che richiede un rigore per un netto mani in area di Schulz. Sei minuti dopo il match si chiude virtualmente: ancora Hamrin supera Kurbjuhn, tunnel a Schulz e cannonata tra palo e portiere. Vana la reazione dei tedeschi con Uwe Seeler che a ripetizione tenta di trafiggere l’ottimo Cudicini: la partita si spegne progressivamente e il Milan mette le mani sul trofeo.

milan-coppa-coppe2-1967-68-wp

IL TABELLONE DELLA COPPA DELLE COPPE 1967/68

Sedicesimi di finale

Altay – Standard Liegi 2-3 (2-3; 0-0)
Aberdeen – KR Reykjavík 14-1 (10-0; 4-1)
Györi ETO FC – Apollōn Limassol 9-0 (5-0; 4-0)
Milan – Levski Sofia 6-2 (5-1; 1-1)
Valencia – Crusaders 8-2 (4-0; 4-2)
Austria Vienna – Steaua Bucarest 1-4 (0-2; 1-2)
Bayern Monaco – Panathinaikos 7-1 (5-0; 2-1)
Fredrikstad – Vitória Setúbal 2-7 (1-5; 1-2)
HJK Helsinki – Wisła Cracovia 1-8 (1-4; 0-4)
Amburgo – Randers Freja 7-3 (5-3; 2-0)
Aris Bonnevoie – Olympique Lione 1-5 (0-3; 1-2)
Hajduk Spalato – Tottenham 3-6 (0-2; 3-4)
Floriana – NAC Breda 1-3 (1-2; 0-1)
Shamrock Rovers – Cardiff City 1-3 (1-1; 0-2)
Torpedo Mosca – Sachsenring Zwickau 1-0 (0-0; 1-0)
Losanna – Spartak Trnava 3-4 (3-2; 0-2)

Ottavi di finale

Standard Liegi – Aberdeen 3-2 (3-0; 0-2)
Györi ETO FC – Milan 3-3 (2-2; 1-1)
Valencia – Steaua Bucarest 3-1 (3-0; 0-1)
Bayern Monaco – Vitória Setúbal 7-3 (6-2; 1-1)
Wisła Cracovia – Amburgo 0-5 (0-1; 0-4)
Olympique Lione – Tottenham 4-4 (1-0; 3-4)
NAC Breda – Cardiff City 2-5 (1-1; 1-4)
Torpedo Mosca – Spartak Trnava 6-1 (3-0; 3-1)

Quarti di finale

Standard Liegi – Milan 2-2 (1-1; 1-1) spareggio 0-2
Valencia – Bayern Monaco 1-2 (1-1; 0-1)
Amburgo – Olympique Lione 2-2 (2-0; 0-2) spareggio 2-0
Cardiff City – Torpedo Mosca 1-1 (1-0; 0-1) spareggio 1-0

Semifinali

Milan – Bayern Monaco 2-0 (2-0; 0-0)
Amburgo – Cardiff City 4-3 (1-1; 3-2)

FINALE

23 maggio 1968 – Feijenoord Stadion, Rotterdam
Milan – Amburgo 2 – 0
Milan: Cudicini; Anquilletti, Schnellinger, Rosato, Scala; Trapattoni, Lodetti; Hamrin, Sormani, Rivera, Prati
Amburgo: Ozcan; Sandmann, Schulz, Horst, Kurbjuhn; Dieckmann, Kramer; B.Dörfel, Seeler, Honig, G.Dörfel
Arbitro: José María Ortiz de Mendíbil (Spagna)
Reti: 3′ 1-0: Hamrin; 19′ 2-0 Hamrin

VINCITORE: MILAN