Coppa UEFA 2002/03: PORTO

Inizia l’era di José Mourinho

La Coppa UEFA del 2002/03 mette contro due dei più famosi e storici club europei e due dei più interessanti giovani allenatori, José Mourinho del Porto, e Martin O’Neill del Celtic. Mourinho ha la meglio, annunciando il suo arrivo sulla ribalta europea con una emozionante vittoria ai tempi supplementari sul campo di Siviglia. Henrik Larsson vince la classifica cannonieri con undici reti, una in meno rispetto a Derlei del Porto la cui rete della vittoria è stata la prima a risolvere l’assegnazione di una Coppa UEFA con il famigerato “silver goal”. Una rete che suggella una grande stagione per la squadra di Mourinho. Il Porto infatti vince anche l’accoppiata campionato – coppa in Portogallo.

Ispirato dal regista Deco e dalle reti di Derlei, il Porto arriva facilmente ai quarti di finale. Da segnalare, fra l’altro, l’8-3 con cui liquida il Denizlispor nel quarto turno. Il Panathinaikos si rivela avversario ostico nei quarti e si impone per 1-0 in Portogallo. Nel match di ritorno gli uomini di Mourinho si impongono andando a vincere sul difficilissimo campo di Atene dopo i tempi supplementari. La Lazio, sconfitta 4-1 allo Estádio das Antas, oppone meno resistenza e il Porto si qualifica così per la finale.

Il cammino del Celtic di Martin O’Neill si rivela molto più difficile di alcuni degli avversari portoghesi. Larsson mette a segno le sue prime reti siglando una tripletta nella partita del primo turno vinta 8-1 al Celtic Park contro il FK Suduva e realizza una doppietta nel secondo turno contro i Blackburn Rovers. Gli scozzesi eliminano quindi il Celta di Vigo, con la regola dei gol in trasferta, Stoccarda, Liverpool e Boavista, raggiungendo di conseguenza la loro prima finale europea in 33 anni.

lazio-porto-uefa-2003-wp

Nel suo cammino verso la finale il Porto elimina anche la Lazio

Per le italiane il bilancio abbastanza negativo. Da registrare il debutto assoluto in Europa per il Chievo Verona che però viene eliminato subito dall’esperienza della Stella Rossa. Il Parma stenta nel primo turno con il CSKA Mosca per poi venire malamente eliminato dal Wisla Cracovia (determinante il 4-1 per i polacchi nel match di ritorno). A farsi strada di più è invece la Lazio di Mancini. Superata la formalità dello Skoda Xanthi, i biancocelesti eliminano poi in successione la Stella Rossa , lo Sturm Graz, il Wisla Cracovia e il Besiktas. Il brusco risveglio avviene in semifinale dove i futuri campioni de Porto si impongono all’andata con un perentorio 4-1 chiudendo ogni strada ad un possibile recupero.

La finale si gioca in una Siviglia invasa dai tifosi scozzesi. Il caldo, l’attitudine manovriera del Porto e il timore reverenziale del Celtic fanno sì che il primo tempo passi quasi inosservato. Dal primo dei tre minuti di recupero però la partita si trasforma. Porto in vantaggio con il brasiliano Derlei, rapido a ribattere in rete un bel salvataggio di Douglas. Al ritorno in campo tre reti in 11′. Henrik Larsson non arriva all’1,80, ma per due volte salta sulla testa dei difensori portoghesi incornando su un cross di Agathe e su un angolo di Thompson. In mezzo alle due reti dello svedese arriva il secondo vantaggio del Porto con un tocco di Alenitchev. La paura di perdere frena nuovamente la gara. Cambi, lanci lunghi, errori, cartellini, fino ai supplementari. Balde si fa espellere, ma quando sembra tutto pronto per i rigori il dodicesimo gol in Uefa di Derlei spegne il sogno dei 50 mila scozzesi. Inizia così la leggenda di Mourinho che definirà l’incontro “un grande esempio per quanti amano il calcio”. E anche un esempio di quanto pericoloso sarebbe stato il Porto l’anno successivo in UEFA Champions League…


IL TABELLONE DELLA COPPA UEFA 2002/2003

Turno di qualificazione
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Litex Loveč Bulgaria 8 – 1 Lituania FK Atlantas 5 – 0 3 – 1
FC Encamp Andorra 0 – 13 Russia Zenit San Pietroburgo 0 – 5 0 – 8
FC Atyrau Kazakistan 0 – 2 Slovacchia FK Matador Púchov 0 – 0 0 – 2
Glentoran FC Irlanda del Nord 0 – 6 Polonia Wisła Kraków 0 – 2 0 – 4
FK Pobeda Macedonia 2 – 3 Danimarca FC Midtjylland 2 – 0 0 – 3 (dts)
NK Primorje Slovenia 6 – 3 Armenia Zvartnots Yerevan 6 – 1 0 – 2
FK Ventspils Lettonia 3 – 1 Svizzera AC Lugano 3 – 0 0 – 1
Hapoel Tel Aviv FC Israele 5 – 1 Albania KF Partizani 1 – 0 4 – 1
Ferencvárosi TC Ungheria 5 – 2 Cipro AEL Limassol 4 – 0 1 – 2
Hajduk Spalato Croazia 11 – 0 Fær Øer GÍ Gøta 3 – 0 8 – 0
SK Brann Norvegia 4 – 6 Lituania FK Sūduva 2 – 3 2 – 3
Amica Wronki Polonia 12 – 2 Galles Total Network Solutions FC 5 – 0 7 – 2
FC København Danimarca 7 – 2 Georgia Lokomotivi Tbilisi 3 – 1 4 – 1
FHK Liepājas Metalurgs Lettonia 2 – 6 Austria FC Kärnten 0 – 2 2 – 4
FC Vaduz Liechtenstein 1 – 1 Scozia Livingston FC 1 – 1 0 – 0
Sliema Wanderers FC Malta 1 – 5 Polonia Polonia Varsavia 1 – 3 0 – 2
Anorthosis Famagosta FC Cipro 3 – 2 Lussemburgo CS Grevenmacher 3 – 0 0 – 2
FC Levadia Tallinn Estonia 0 – 4 Israele Maccabi Tel Aviv FC 0 – 2 0 – 2
Leixões Sport Club Portogallo 4 – 3 Macedonia FK Belasica Geras Cunev 2 – 2 2 – 1
SK Sigma Olomouc Rep. Ceca 3 – 3 Bosnia ed Erzegovina FK Sarajevo 2 – 1 1 – 2 (3-5 dcr)
FC Zimbru Chișinău Moldavia 5 – 3 Svezia IFK Göteborg 3 – 1 2 – 2
KÍ Klaksvík Fær Øer 2 – 3 Ungheria Újpest FC 2 – 2 0 – 1
MyPa Finlandia 1 – 2 Danimarca Odense BK 1 – 0 0 – 2
Dinamo Minsk Bielorussia 1 – 5 Bulgaria PFC CSKA Sofia 1 – 4 0 – 1
Dinamo Tbilisi Georgia 5 – 1 Estonia FC TVMK Tallinn 4 – 1 1 – 0
Spartak Erevan Armenia 0 – 5 Svizzera Servette FC 0 – 2 0 – 3
Shamrock Rovers FC Irlanda 1 – 5 Svezia Djurgårdens IF 1 – 3 0 – 2
NK Varteks Croazia 9 – 0 Irlanda Dundalk FC 5 – 0 4 – 0
FC Gomel Bielorussia 5 – 0 Finlandia HJK Helsinki 1 – 0 4 – 0
Aberdeen FC Scozia 1 – 0 Moldavia FC Nistru Otaci 1 – 0 0 – 0
AIK Svezia 5 – 1 Islanda ÍBV Vestmannaeyjar 2 – 0 3 – 1
Rapid Bucarest Romania 5 – 1 Slovenia ND Gorica 2 – 0 3 – 1
FC Domagnano San Marino 0 – 5 Rep. Ceca FK Viktoria Žižkov 0 – 2 0 – 3
FC Kairat Almaty Kazakistan 0 – 5 Serbia e Montenegro Stella Rossa Belgrado 0 – 2 0 – 3
FC Metalurh Zaporizhzhya Ucraina 3 – 0 Malta Birkirkara FC 3 – 0 0 – 0
Bangor City FC Galles 1 – 2 Serbia e Montenegro FK Smederevo 1 – 0 0 – 2
Koba Senec Slovacchia 1 – 5 Bosnia ed Erzegovina NK Široki Brijeg 1 – 2 0 – 3
SK Tirana Albania 2 – 3 Romania FC Național Bucarest 0 – 1 2 – 2
FC Avenir Beggen Lussemburgo 1 – 9 Inghilterra Ipswich Town FC 0 – 1 1 – 8
Fylkir Islanda 2 – 4 Belgio RE Mouscron 1 – 1 1 – 3
Stabæk IF Norvegia 5 – 1 Irlanda del Nord Linfield FC 4 – 0 1 – 1
Primo turno
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Paris Saint-Germain Francia 4 – 0 Ungheria Ujpest Dozsa 3 – 0 1 – 0
Sporting Lisbona Portogallo 4 – 6 Serbia e Montenegro Partizan Belgrado 1 – 3 3 – 3 (dts)
Legia Varsavia Polonia 7 – 2 Paesi Bassi Utrecht 4 – 1 3 – 1
Zimbru Chisinau Moldavia 1 – 4 Spagna Betis Siviglia 0 – 2 1 – 2
Beşiktaş Turchia 7 – 2 Bosnia ed Erzegovina Sarajevo 2 – 2 5 – 0
CSKA Mosca Russia 3 – 4 Italia Parma 1 – 1 2 – 3
Levski Sofia Bulgaria 5 – 2 Danimarca Brøndby 4 – 1 1 – 1
Anderlecht Belgio 2 – 2 Norvegia Stabæk IF 0 – 1 2 – 1
National Bucarest Romania 3 – 2 Paesi Bassi Heerenveen 3 – 0 0 – 2
Lazio Italia 4 – 0 Grecia Skoda Xanthi 4 – 0 0 – 0
Aberdeen Scozia 0 – 1 Germania Hertha Berlino 0 – 0 0 – 1
Ipswich Inghilterra 2 – 1 Serbia e Montenegro FK Smederevo 1 – 1 1 – 0
Maccabi Tel Aviv Israele 2 – 4 Portogallo Boavista 1 – 0 1 – 4
AIK Svezia 4 – 6 Turchia Fenerbahçe 3 – 3 1 – 3
Sparta Praga Rep. Ceca 4 – 0 Bosnia ed Erzegovina Siroki Brijeg 3 – 0 1 – 0
Austria Vienna Austria 5 – 2 Ucraina Shakhtar Donetsk 5 – 1 0 – 1
Denizlispor Turchia 3 – 3 Francia Lorient 2 – 0 1 – 3
Chelsea Inghilterra 4 – 5 Norvegia Viking 2 – 1 2 – 4
Kärnten Austria 1 – 4 Israele Hapoel Tel Aviv 0 – 4 1 – 0
Stoccarda Germania 8 – 2 Lettonia Ventspils 4 – 1 4 – 1
Dinamo Zagabria Croazia 9 – 1 Ungheria Zalaegerszegi 6 – 0 3 – 1
Copenaghen Danimarca 1 – 3 Svezia Djurgårdens 0 – 0 1 – 3
Viktoria Žižkov Rep. Ceca 3 – 3 Scozia Rangers Glasgow 2 – 0 1 – 3
Vitesse Arnhem Paesi Bassi 2 – 1 Romania Rapid Bucarest 1 – 1 1 – 0
Leeds Inghilterra 2 – 1 Ucraina Metalurh Zaporizhzhya 1 – 0 1 – 1
Servette Svizzera 4 – 4 Polonia Amica Wronki 2 – 3 2 – 1
Sturm Graz Austria 8 – 6 Scozia Livingston 5 – 2 3 – 4
Ferencváros Ungheria 5 – 0 Turchia Kocaelispor 4 – 0 1 – 0
Zeljeznicar Bosnia ed Erzegovina 0 – 1 Spagna Malaga 0 – 0 0 – 1
Bordeaux Francia 10 – 1 Slovacchia Matador Púchov 6 – 0 4 – 1
Slovan Liberec Rep. Ceca 4 – 2 Georgia Dinamo Tbilisi 3 – 2 1 – 0
Leixões Portogallo 3 – 5 Grecia PAOK Salonicco 2 – 1 1 – 4
Litex Loveč Bulgaria 1 – 3 Grecia Panathinaikos 0 – 1 1 – 2 (dts)
Stella Rossa Belgrado Serbia e Montenegro 2 – 0 Italia Chievo Verona 0 – 0 2 – 0
Hajduk Spalato Croazia 2 – 3 Inghilterra Fulham 0 – 1 2 – 2
NK Primorje Slovenia 1 – 8 Polonia Wisla Cracovia 0 – 2 1 – 6
APOEL Nicosia Cipro 3 – 1 Austria Grazer 2 – 0 1 – 1
Celta Vigo Spagna 2 – 1 Danimarca Odense 2 – 0 0 – 1
Metalurh Donetsk Ucraina 2 – 10 Germania Werder Brema 2 – 2 0 – 8
Celtic Glasgow Scozia 10 – 1 Lituania Suduva 8 – 1 2 – 0
Porto Portogallo 6 – 2 Polonia Polonia Varsavia 6 – 0 0 – 2
Gomel Bielorussia 1 – 8 Germania Schalke 04 1 – 4 0 – 4
Grasshoppers Svizzera 4 – 3 Russia Zenit San Pietroburgo 3 – 1 1 – 2
Ankaragücü Turchia 1 – 5 Spagna Alaves 1 – 2 0 – 3
Iraklis Grecia 5 – 5 Cipro Anorthosis Famagosta 4 – 2 1 – 3
Midtjylland Danimarca 2 – 1 Croazia Varteks 1 – 0 1 – 1
Blackburn Rovers Inghilterra 4 – 4 Bulgaria CSKA Sofia 1 – 1 3 – 3
Mouscron Belgio 3 – 7 Rep. Ceca Slavia Praga 2 – 2 1 – 5
Secondo turno
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Djurgårdens Svezia 1 – 3 Francia Bordeaux 0 – 1 1 – 2
Viktoria Žižkov Rep. Ceca 0 – 4 Spagna Betis Siviglia 0 – 1 0 – 3
Legia Varsavia Polonia 2 – 3 Germania Schalke 04 2 – 3 0 – 0
APOEL Nicosia Cipro 0 – 5 Germania Hertha Berlino 0 – 1 0 – 4
Ferencváros Ungheria 0 – 2 Germania Stoccarda 0 – 0 0 – 2
Malaga Spagna 4 – 2 Polonia Amica Wronki 2 – 1 2 – 1
Austria Vienna Austria 0 – 3 Portogallo Porto 0 – 1 0 – 2
Partizan Belgrado Serbia e Montenegro 4 – 6 Rep. Ceca Slavia Praga 3 – 1 1 – 5 (dts)
Leeds Inghilterra 5 – 1 Israele Hapoel Tel Aviv 1 – 0 4 – 1
Fenerbahçe Turchia 2 – 5 Grecia Panathinaikos 1 – 1 1 – 4
Anderlecht Belgio