Mondiali 1954: GERMANIA OVEST

Ritratto dei Campioni del Mondo

Sepp HERBERGER

Allenatore
Josef “Sepp” Herberger è stato uno dei grandi commissari tecnici della storia del calcio tedesco, famoso per la longevità dei “manici” della Nazionale: guidò la Nationalmannschaft per ben 28 anni, dal 1936 al 1964. Nato nel 1897, era stato calciatore di buona levatura, prima nel Waldhof Mannheim, poi nel VfR e infine nel Tennis Borussia di Berlino, dove chiuse la carriera, con tre presenze e due reti in Nazionale. Da allenatore passò dalle giovanili all’entourage della Federcalcio, dove lo chiamò Otto Nerz. Divenne allenatore della Nazionale nel 1936 e disputò dalla panchina ben 4 Mondiali, portando stabilmente la Germania Occidentale ai vertici del calcio universale. Chiuse con 94 vittorie, 27 pareggi e 46 sconfitte e il fiore all’occhiello del titolo 1954, un capolavoro assoluto realizzato contro un’avversaria, la Grande Ungheria, largamente più accreditata sul piano tecnico. Morì il 28 aprile 1977.

Anton TUREK

Portiere
Nato nel 1919, aveva debuttato in Nazionale il 22 novembre 1950 (ripresa dell’attività postbellica contro la Svizzera a Stoccarda) e la sua carriera in maglia bianca fini esattamente col titolo mondiale. Nel quadriennio si segnalò comunque come portiere di caratura mondiale, il cui colpo di reni fu tra i fattori della conquista iridata. Venti le sue presenze in Nazionale. 

Josef POSIPAL

Difensore
Nato nel 1927, mediocentro e poi terzino d’ala, venne considerato il “duro” della difesa germanica. Alto 1,76 per 76 kg di peso, tecnicamente tutt’altro che analfabeta, fece assaggiare agli attaccanti avversari tutto il peso della sua straordinaria grinta e la sua abilità nel gioco aereo. Tenacissimo marcatore, giocava nell’Amburgo, collezionò 32 presenze in Nazionale e venne ricordato per aver ridotto all’impotenza il leggendario Kocsis nella finale. 

Werner KHOLMEYER

Difensore
Nato nel 1929, era un altro dei “granatieri” della difesa tedesca, il terzo francobollatore dopo Posipal e Liebrich. Giocava nel Kaiserslautern, con cui vinse due titoli. Chiuse con 22 presenze in Nazionale, senza reti. 

Horst ECKEL

Centrocampista
Nato nel 1932, ex ala trasformata in mediano, possedeva ottima agilità e buone qualità tecniche. Vinse due scudetti col Kaiserslautern, disputò anche il Mondiale 1958 e chiuse con 26 partite in Nazionale, senza reti. 

Werner LIEBRICH

Difensore
Nato nel 1927, centromediano, fu l’implacabile francobollatore di Puskas così come degli altri attaccanti più pericolosi delle avversarie iridate. Non era neppure professionista (giocava nel Kaiserslautern, ma era anche impiegato in un ufficio commerciale), la sua carriera in Nazionale si esaurì nello spazio di sedici presenze, eppure venne giudicato tra i migliori della squadra campione, grazie all’anticipo micidiale e alla straordinaria forza fisica (alto 1,76, pesava 75 kg), che ne fece l’atleta principe della manifestazione. 

Kart MAI

Difensore
Nato nel 1928, era il più modesto del quintetto difensivo tedesco. Marcava le mezze ali avversarie, giocava nello Spiel Vereiningung Furth e chiuse con 21 partite e 1 rete in Nazionale. 

Helmut RAHN

Attaccante
Nato nel 1929, ala dal grande fiuto per il gol, fu tra i grandi attaccanti della storia del calcio tedesco. Lo attesta la sua media realizzativa ai Mondiali: 1 gol a partita (nel 1958 ne mise a segno 6 in altrettanti match). Decisivo il suo apporto nella finale, con la doppietta della grande rimonta. Chiuse con 40 presenze e 21 reti in Nazionale. 

Maximiliam MORLOCK

Centrocampista
Nato nel 1925, anche lui aveva esordito in Nazionale nel ritorno all’attività contro la Svizzera (22 novembre 1950), conquistando subito il posto da titolare per le grandi qualità offensive. Giostrava da interno, con l’abilità nel dribbling e le qualità di tiro e nel gioco aereo del grande attaccante. Conquistò due scudetti col Norimberga e chiuse con 36 presenze e 25 reti in Nazionale. 

Ottmar WALTER

Attaccante
Nato nel 1924, meno celebre del fratello, era comunque un attaccante di buone qualità. Militava anche lui nel Kaiserslautern, con cui vinse due scudetti. Chiuse con 21 partite e 10 reti in Nazionale. 

Fritz WALTER

Centrocampista
Aveva già 34 anni, all’epoca (classe 1920), eppure il suo rendimento non ebbe flessioni. Nominato dal presidente federale Peco J. Bauwens “capitano ad honorem a vita”, fu l’insostituibile regista della squadra. Tecnicamente raffinato, fisicamente coriaceo, era la guida del Kaiserslautern, con cui vinse due scudetti. Chiuse nel Mondiale 1958, con un totale di 61 partite e 33 gol. 

Hans SCHÄFER

Attaccante
Nato nel 1928, era un’ala meno offensiva di Rahn, ma possedeva ottime qualità realizzative. Elemento particolarmente longevo (disputò anche i Mondiali del ’58 e del ’62), giocava nel Colonia e chiuse in Nazionale con 39 presenze e 15 reti. 

Hans BAUER

Difensore
Nato nel 1929, era tra i giocatori più modesti della rosa. Giocava nel Bayern Monaco, chiuse con 5 presenze in Nazionale, senza reti. 

Richard HERMANN

Attaccante
Nato nel 1926, apparteneva alla “covata” del 1950. Giocava nel FSV Francoforte, chiuse con pochissime presenze in Nazionale e l’unica rete realizzata al Mondiale 1954. 

Bernhard KLODT

Attaccante
Nato nel 1927, ala di buone qualità, vinse uno scudetto con lo Schalke 04 e chiuse con 19 presenze in Nazionale. 

Heinz KWIATOWSKI

Portiere
Nato nel 1926, debuttò in Nazionale nell’unica presenza al Mondiale, buscando 8 reti dall’Ungheria. Giocava nel Borussia Dortmund, era il terzo portiere tedesco dopo Turek e Hergenrath. Chiuse con 4 presenze e 18 reti subite la carriera in Nazionale. 

Fritz LABAND

Difensore
Nato nel 1927, perse il posto dopo il match con la Jugoslavia, surclassato da Posipal. Militava nell’Amburgo, chiuse con 4 presenze in Nazionale. 

Paul MEBUS

Difensore
Nato nel 1930, difensore arcigno, passò alla storia per aver azzoppato Puskas nella prima partita con l’Ungheria: un “ruolo” probabilmente decisivo per le sorti del Mondiale. Giocava nel Colonia, chiuse con 6 partite in Nazionale. 

Alfred PFAFF

Centrocampista
Nato nel 1929, giocò solo la prima partita con l’Ungheria. Vinse uno scudetto con l’Eintracht Francoforte, chiuse con 7 presenze in Nazionale. 

LE RISERVE

Heinz Kubsch, Herbert Erhard, Karl-Heinz Metzner, Ulrich Biesinger