Mondiali 1974: GERMANIA OVEST

Ritratti dei Campioni del Mondo

Helmut SCHÖN

Allenatore
Nato nel 1915, attaccante di valore nello Sportclub Dresda e poi nell’Hertha Berlino, con 2 scudetti e 16 presenze in Nazionale (con 17 reti). Allenò formazioni minori, poi entrò nei ranghi federali al fianco di Herberger, di cui fu successore come Ct dal 1964 al 1978 (dopo i Mondiali). Vinse il titolo l’Europeo 1972 e il Mondiale 1974, mantenendo la squadra ad altissimi livelli. 

Josef MAIER

Portiere
Nato nel 1944, portiere di classe pari alla longevità. Cresciuto nel TSV Haar, arrivò giovanissimo al Bayern, con cui collezionò successi in patria, in Europa e nel mondo. Vincitore del Mondiale 1974, dell’Europeo 1972, collezionò 3 Coppe dei campioni (’74, ’75, ’76), una Coppa Intercontinentale (’76), una Coppa delle Coppe (’67), 4 scudetti (“69, ’72, ’73, ’74), 4 Coppe di Germania (’66, ’67, ’69, ’71), chiuse la carriera nel 1979 a causa di un incidente d’auto. 

Hans-Hubert VOGTS

Difensore
Nato nel 1946, terzino di straordinario rendimento, mastino implacabile, era cresciuto nel Vfr di Buttgen, prima di passare al Borussia Mönchengladbach. Esordì in Nazionale nel 1967, e fu proprio il Ct Schön a spostarlo a destra, per non sacrificare Hòttges, con cui formò una splendida coppia; ancora più efficace la successiva, con Breitner. Campione del mondo (’74) e d’Europa (’72), col Borussia vinse 5 scudetti (’70, ’71, ’75, ’76, 77) e una Coppa di Germania (’73). Chiuse dopo i Mondiali 1978, in seguito al primo grave incidente di gioco. 

Paul BREITNER

Difensore
Nato nel 1951, straordinario campione del Bayern, terzino sinistro di eccezionale rendimento, i suoi gol furono decisivi nel ’74. Detto “il maoista” per le sue idee politiche, lasciò il Bayern nel ’74 per trasferirsi al Real Madrid. Anche come centrocampista il suo rendimento fu elevatissimo, ma Schön non lo riconvocò per il Mondiale 1978, sfidando critiche feroci. Campione del mondo (’74) e d’Europa (’72), vinse 2 scudetti col Bayern (’72 e 73) e 2 col Real (75 e 76). Tornato in patria, giocò nell’Eintracht Braunschweig e di nuovo nel Bayern. 

Georg SCHWARZENBECK

Difensore
Nato nel 1948, stopper di grande forza fisica, pupillo di Beckenbauer, sapeva portarsi in avanti in efficaci percussioni, nonostante piedi piuttosto grezzi. Cresciuto nello Sportfreunde di Monaco, arrivò al Bayern giovanissimo. Campione del mondo (74) e d’Europa (72), collezionò 3 Coppe dei campioni (74, 75, 76), una Coppa Intercontinentale (76), una Coppa delle Coppe (’67), 4 scudetti (“69, 72, 73, 74), 3 Coppe di Germania (’67, ’69, 71). 

Franz BECKENBAUER

Difensore
Nato nel 1945, è stato il più grande giocatore tedesco di tutti i tempi. Dotato di innata eleganza di movimenti e di classe purissima, cominciò come mediano, ergendosi subito a dominatore, in squadra e in Nazionale. Dopo i Mondiali 1966, giocati alla grande, il Ct Schön lo arretrò a libero, ottenendone un regista arretrato di superbo rendimento, codificatore di un modo innovativo di interpretare il ruolo, fino allora spiccatamente difensivo. Cresciuto nel Bayern, vinse due volte il Pallone d’Oro (72 e 76), fu campione d’Europa (72) e del mondo (74) e collezionò in terra tedesca 3 Coppe dei campioni (74, 75, 76), una Coppa Intercontinentale (76), una Coppa delle Coppe (’67), 4 scudetti (“69, 72, 73, 74), 4 Coppe di Germania (’66, ’67, ’69, 71). Chiuse con la Nazionale a 103 presenze, ad appena 32 anni. Si trasferì negli Stati Uniti, dove vinse 3 scudetti col Cosmos, poi rientrò in patria, chiudendo la carriera nell’Amburgo. Nel 1984 venne nominato Ct della Nazionale tedesca, con cui conquistò il secondo posto nell’86 e il titolo nel ’90. 

Rainer BONHOF

Centrocampista
Nato nel 1952, era difensore di grande senso dell’anticipo e ottima classe. Schön lo portò ai Mondiali come riserva, poi lo inserì in mediana al posto di Cullmann e non lo cambiò più. Formidabile per la potenza dei tiri da fermo, sapeva bloccare gli avversari e ripartire con grande proprietà di tocco. Giocò nel Borussia Mönchengladbach, nel Valencia e nel Colonia. 

Jurgen GRABOWSKI

Attaccante
Nato nel 1944, era attaccante-trequartista di grande sostanza, specialista in incursioni sulle fasce, in cui si proiettava rapidissimo. La sua accoppiata con Hölzenbein fece la fortuna dell’Eintracht Francoforte e della Nazionale tedesca. Fu campione d’Europa (72) e del mondo (74) e vinse due Coppe di Germania (74 e 75). 

UlIrich HOENESS

Centrocampista
Nato nel 1952, si rivelò giovanissimo, approdando al Bayern a vent’anni: rapidissimo, tecnicamente raffinato, possedeva un dribbling ubriacante e i mezzi tecnici del fuoriclasse. Fu campione del mondo (’74) e d’Europa (’72), collezionò 3 Coppe dei campioni (’74, ’75, 76), una Coppa Intercontinentale (’76), una Coppa delle Coppe (’67), 4 scudetti (“69, ’72, ’73, ’74), 4 Coppe di Germania (’66, ’67, ’69, ’71). Declinò ancora giovane a causa di una serie di gravi incidenti di gioco, che ne arrestarono l’ascesa. 

Gerhard MÜLLER

Attaccante
Nato nel 1945, fu uno dei più grandi attaccanti di tutti i tempi. Piccolo, sgraziato, all’apparenza innocuo, con fondamentali tecnici tutt’altro che raffinati, sapeva trovare il gol in qualunque circostanza e da qualunque posizione. Cresciuto nel TSV 1861 di Nördlingen, venne ingaggiato dal Bayern. Pallone d’Oro 1970, fu campione del mondo (’74) e d’Europa (72), collezionò 3 Coppe dei campioni (74,75, 76), una Coppa Intercontinentale (76), una Coppa delle Coppe (’67), 4 scudetti (“69, 72, 73, 74), 4 Coppe di Germania (’66, ’67, ’69, 71). In Nazionale chiuse dopo il Mondiale 1974, come “rappresaglia” per il rifiuto federale ad autorizzare il suo trasferimento al Barcellona: 62 partite e 68 reti il suo impressionante “score”. Con 14 reti, è il supercannoniere della storia dei Mondiali. 

Wolfgang OVERATH

Centrocampista
Nato nel 1943, esplose giovanissimo come raffinato interno mancino, consacrato già nel Mondiale 1966. Vinse con il Colonia lo scudetto nel ’64 e ne rappresentò per tredici anni una istituzione imprescindibile. In Nazionale era il regista classico, costituendo con Beckenbauer l’asse privilegiata del gioco. Giudicato il terzo miglior centrocampista del mondo nel 1970, dietro Gerson e Bobby Charlton, al terzo tentativo conquistò meritatamente il titolo mondiale, figurando tra i migliori e più continui, grazie anche alle doti atletiche, perfettamente complementari a quelle tecniche. 

Bernd HÖLZENBEIN

Attaccante
Nato nel 1946, ala di ottime doti tecniche, provvisto di un palleggio eccellente e di buone doti di realizzatore, costituì con Grabowski una splendida coppia di ali sia nell’Eintracht Francoforte che in Nazionale. Abile sia a destra che a sinistra, non ripeté le prodezze del 74 quattro anni dopo. 

Bernhard CULLMANN

Centrocampista
Nato nel 1949, atleticamente fortissimo, era difensore eclettico, portato a giocare mediano in Nazionale come secondo stopper a copertura di Beckenbauer, ma abile anche nelle incursioni offensive. Bonhof gli tolse il posto da titolare. Pilastro del Colonia, vinse uno scudetto (78) e una Coppa di Germania (77). Fu tra i 22 tedeschi anche nel 78, ma senza giocare. 

Heinz FLOHE

Centrocampista
Nato nel 1948, centrocampista di notevole sapienza tattica, fu prima sostegno e poi successore di Overath nel Colonia, vincendo lo scudetto 78. Fu campione del mondo (74) e d’Europa (72). 

Josef HEYNCKES

Attaccante
Nato nel 1945, attaccante rapido ed efficacissimo, si vide negare una carriera da numero uno dalla contemporanea esplosione dell’asso Müller, che lo costrinse a spostarsi all’ala. Cannoniere prolifico, fu campione del mondo (74) e d’Europa (72), col Borussia Mönchengladbach vinse 4 scudetti (71,75, 76, 77), e una Coppa Uefa (75). 

Dieter HERZOG

Attaccante
Nato nel 1946, attaccante di buona levatura, uno strepitoso periodo di forma gli regalò la convocazione in Nazionale nel 74 e in quell’anno si chiuse la sua esperienza, con 5 presenze e il titolo mondiale. 

Horst-Pieter HÖTTGES

Difensore
Nato nel 1943, difensore di formidabile tempra, aveva giocato i Mondiali del ’66 e del 70 da titolare, arrivò a quelli del 74 ormai in declino, ma riuscì a sottoscrivere il titolo entrando nella ripresa del match coi “cugini” della Germania Est, al posto di Schwarzenbeck. Aveva già vinto il titolo europeo 72 e uno scudetto (’65) col Werder Brema. 

Günther NETZER

Centrocampista
Nato nel 1944, regista di straordinaria classe, era elemento carismatico, un vero trascinatore. Patì il dualismo con Overath, preferito da Beckenbauer. Fece grande il Borussia, vincendo due scudetti (70 e 71) e poi conquistando da leader il titolo europeo 72 con la Nazionale. Emigrato al Real Madrid, vinse due scudetti (75 e 76) e chiuse nello Zurigo. 

Herbert WIMMER

Centrocampista
Nato nel 1944, mediano di ottime doti propulsive, vinse col Borussia Mönchengladbach 5 scudetti (70, 71, 75, 76, 77), una Coppa di Germania (73) e una Coppa Uefa (75). 

LE RISERVE

Jupp Kappellmann (centrocampista);
Wolfgang Kleff (portiere);
Helmut Kremers (centrocampista);
Norbert Nigbur (portiere).