Mondiali 2010: SPAGNA

Ritratto dei Campioni del Mondo

1 - Iker Casillas

1-casillasMadrid, 20 maggio 1981

Con la Nazionale spagnola, della quale detiene il record di presenze, si è laureato campione d’Europa nel 2008 e nel 2012 e campione del mondo nel 2010. Con il Real Madrid, del quale è il primatista di presenze nelle competizioni UEFA per club (157), ha vinto cinque campionati spagnoli, due Coppe del Re, quattro Supercoppe spagnole, tre Champions League, due Supercoppe europee, una Coppa Intercontinentale e una Coppa del mondo per club. Annoverato tra i migliori portieri della propria generazione, è stato nominato cinque volte miglior portiere dell’anno.

2 - Raúl Albiol

2-albiolVilamarxant, 4 settembre 1985

Con la Nazionale spagnola, è stato campione d’Europa nel 2008 e nel 2012 e campione del mondo nel 2010. Giocatore dal fisico imponente, il suo ruolo preferito è il centrale di difesa, ma all’occorrenza può ricoprire anche il ruolo di terzino destro o centrocampista difensivo.

3 - Gerard Piqué

3-piqueBarcellona, 2 febbraio 1987

Difensore del Barcellona e della Nazionale spagnola, con le quali ha vinto rispettivamente il campionato mondiale per club nel 2009, nel 2011, 2015 e per nazionali nel 2010. Abbina a un’ottima tecnica un fisico imponente (191 cm x 85 kg) che gli permette di essere un grande colpitore di testa sia in fase difensiva che in fase offensiva. Oltre a essere un ottimo difensore, può anche ricoprire il ruolo di mediano.

4 - Carlos Marchena

4-marchenaSiviglia, 31 luglio 1979

Nella sua carriera ha militato principalmente nel Valencia, club nel quale è ricordato come uno dei migliori giocatori di sempre. Con la maglia dei rojiblancos è stato capitano dal 2008 al 2010 ed ha vinto due campionati spagnoli, una Coppa del Re, una Coppa UEFA ed una Supercoppa UEFA. Con la Nazionale spagnola è stato campione d’Europa a Austria-Svizzera 2008, campione del mondo nel Sudafrica 2010 e terzo classificato alla Confederations Cup di Sudafrica 2009. Difensore centrale molto aggressivo e forte fisicamente, può poteva ricoprire all’occorrenza anche i ruoli di terzino destro e di centrocampista dietro la difesa.

5 - Carles Puyol

5-puyolLa Pobla de Segur, 13 aprile 1978

Campione d’Europa nel 2008 e Campione del mondo nel 2010, è stato inserito nella squadra ideale del decennio dal Sun nel 2009. In carriera ha sempre militato nel Barcellona, tra squadra di riserva e prima squadra, aggiudicandosi sei campionati spagnoli e tre UEFA Champions League. Abile nel colpo di testa e nell’anticipo, è considerato uno dei migliori difensori al mondo e di tutti i tempi. Ha giocato in tutti i ruoli della difesa, stabilmente come difensore centrale, anche se all’occorrenza veniva utilizzato come terzino destro o sinistro, nella difesa a 4.

6 - Andrés Iniesta

6-iniestaFuentealbilla, 11 maggio 1984

Soprannominato Don Andrés dai tifosi spagnoli, è cresciuto nel settore giovanile del Barcellona, squadra con cui ha vinto ventotto trofei, inclusi otto campionati spagnoli e quattro UEFA Champions League. Con la maglia della Spagna si è laureato Campione d’Europa nel 2008 e nel 2012 e Campione del Mondo nel 2010. Nel corso di quest’ultimo ha siglato 2 gol tra cui la rete della vittoria mondiale in finale contro l’Olanda. Considerato il centrocampista moderno per eccellenza, giocatore leggero, molto agile e versatile, è in grado di ricoprire vari ruoli di centrocampo. Grazie alle sue radici calcistiche derivanti dal futsal, il calcio a 5, il gioco di Iniesta è caratterizzato da una grande abilità negli spazi stretti e, grazie alla sua capacità di nascondere la palla all’avversario è anche soprannominato “l’illusionista”.

7 - David Villa

7-villaLangreo, 3 dicembre 1981

Durante la sua carriera, ha vinto 3 campionati spagnoli (2011, 2013 e 2014), 3 Coppe di Spagna (2004, 2008 e 2012), 3 Supercoppe spagnole (2004, 2010 e 2011), 1 Champions League (2011), 1 Supercoppa UEFA (2011) e 1 Mondiale per club (2011). Soprannominato El Guaje (in asturiano “il bambino”), con la Nazionale si è laureato prima campione d’Europa nel 2008 e poi campione del mondo nel 2010. È stato il capocannoniere dell’Europeo 2008 con 4 gol e ai Mondiali del 2010 ha vinto la Scarpa d’argento (5 gol) e il Pallone di bronzo. È inoltre il miglior marcatore di sempre della Nazionale spagnola con 59 reti.  Ricopre spesso il ruolo di prima punta o seconda punta ma può essere utilizzato anche come ala.

8 - Xavi

8-xaviTerrassa, 25 gennaio 1980

Considerato uno dei più forti centrocampisti della storia del calcio moderno, con la Nazionale spagnola ha conquistato gli europei del 2008 e 2012 e il mondiale 2010 mentre con il Barcellona ha vinto quattro Champions League e due Mondiali per club. Rientra inoltre nella ristretta cerchia dei giocatori ad aver disputato almeno 1000 partite in carriera. Ricopre la posizione di regista di centrocampo: grazie alla notevole visione di gioco e precisione nei passaggi, all’abilità nel palleggio in spazi stretti, alla capacità di eseguire finte di corpo per anticipare i tentativi degli avversari di sottrargli il pallone, e a quella di fornire assist ai compagni, è considerato uno dei più forti al mondo nel suo ruolo.

9 - Fernando Torres

9-torresFuenlabrada, 20 marzo 1984

È soprannominato El Niño (in italiano Il Bambino), per i suoi tratti somatici e per la sua precocità: ha esordito, infatti, nella Liga a 18 anni e a 19 è diventato capitano dell’Atlético Madrid. Insieme a Juan Mata, Jürgen Kohler e Andreas Möller, è l’unico giocatore ad aver vinto almeno un Europeo, un Mondiale, una Champions League e un’Europa League. Con la Nazionale spagnola si è laureato campione d’Europa nel 2008 e nel 2012 e campione del mondo nel 2010. Dotato di velocità, ottima tecnica individuale, fiuto per il gol e abilità nel gioco aereo, nei periodi più brillanti della propria carriera è stato considerato uno dei migliori centravanti del mondo.

10 - Cesc Fàbregas

10-cescArenys de Mar, 4 maggio 1987

Campione europeo nel 2008 e nel 2012 e campione mondiale nel 2010 con la Nazionale spagnola, nel 2011 si è laureato campione del mondo per club con la maglia del Barcellona. Le funzioni dello spagnolo sono per la maggior parte quelle di regista e la sua dote principale è il passaggio filtrante rasoterra.

11 - Joan Capdevila

11-capdevilaTàrrega, 3 febbraio 1978

Con la Nazionale spagnola in 60 presenze ha vinto il campionato europeo 2008 e il campionato mondiale 2010.

12 - Víctor Valdés

12-victorvaldesL’Hospitalet de Llobregat, 14 gennaio 1982

Con la maglia del Barcellona ha vinto tre Champions League (2005-2006, 2008-2009, 2010-2011), due Coppe del mondo per club (2009, 2011) e svariati titoli nazionali, mentre con la Nazionale spagnola ha conquistato il Campionato mondiale nel 2010 e il Campionato europeo nel 2012. Portiere dal rendimento discontinuo ma tendenzialmente positivo, ha nelle uscite basse e nella visione di gioco le sue doti migliori; la sua abilità coi piedi gli consente di contribuire in modo determinante alla manovra della propria squadra.

13 - Juan Manuel Mata

13-mataBurgos, 28 aprile 1988

Con la Nazionale spagnola ha vinto il Mondiale 2010 e l’Europeo 2012. Ha militato nel Valencia, Chelsea e Manchester United. Mancino, ricopre il ruolo di ala sinistra o di centrocampista di fascia. È molto agile e veloce, anche se il suo punto forte sono i passaggi negli spazi stretti.

14 - Xabi Alonso

14-xabialonsoTolosa, 25 novembre 1981

Centrocampista, soprannominato El señor, con le squadre di club si è laureato campione d’Europa con il Liverpool nel 2005 e con il Real Madrid nel 2014, mentre con la Nazionale spagnola ha vinto gli Europei 2008, i Mondiali 2010 e gli Europei 2012.

15 - Sergio Ramos

15-sergioramosCamas, 30 marzo 1986

Con la Nazionale spagnola, con la quale si è laureato campione d’Europa nel 2008 e 2012 e campione del Mondo nel 2010. Con la maglia del Real Madrid ha vinto 3 campionati spagnoli (2007, 2008 e 2012), 2 Coppe del Re (2011 e 2014), 2 Supercoppe di Spagna (2008 e 2012), 2 Champions League (2014 e 2016), una Supercoppa UEFA (2014) e un Mondiale per club (2014). Con la Nazionale spagnola, ha partecipato a 3 Mondiali (2006, 2010 e 2014), 3 Europei (2008, 2012 e 2016) e 2 Confederations Cup (2009 e 2013). Il suo ruolo naturale è quello di difensore centrale, ma è utilizzabile anche da terzino destro o come mediano davanti alla difesa.

16 - Sergio Busquets

16-busquetsSabadell, 16 luglio 1988

Con Nazionale spagnola ha vinto il campionato mondiale per club nel 2009 e nel 2011 e il Mondiale nel 2010 e gli Europei nel 2012. Prodotto delle giovanili del Barcellona, con i Blaugrana ha vinto 6 campionati spagnoli (2009, 2010, 2011, 2013, 2015 e 2016), 3 Coppe di Spagna (2009, 2011 e 2015), 4 Supercoppe spagnole (2009, 2010, 2011 e 2013), 3 Champions League (2009, 2011 e 2015), 3 Supercoppe UEFA (2009, 2011 e 2015) e 3 Mondiali per club (2009, 2011 e 2015). È un centrocampista centrale dotato di visione di gioco e precisione nei passaggi.

17 - Álvaro Arbeloa

17-arbeloaSalamanca, 17 gennaio 1983

Con il Real Madrid ha vinto 1 campionato spagnolo (2012), 2 Coppe di Spagna (2011 e 2014), 1 Supercoppa spagnola (2012), 2 Champions League (2014 e 2016), 1 Supercoppa UEFA (2014) e 1 Mondiale per club (2014). Con la Nazionale spagnola ha vinto gli Europei nel 2008 e nel 2012 e i Mondiali nel 2010, disputando inoltre 2 Confederations Cup (2009 e 2013). Gioca prevalentemente come terzino destro, può giocare anche come difensore centrale o terzino sinistro.

18 - Pedro Rodríguez Ledesma

18-pedroSanta Cruz de Tenerife, 28 luglio 1987

Con la Nazionale spagnola si è laureato campione del mondo nel 2010 e campione d’Europa nel 2012. Insieme a Lionel Messi, è l’unico calciatore ad aver segnato in sei competizioni ufficiali nello stesso anno solare, il 2009. Esterno offensivo che agisce su entrambe le fasce, le sue armi principali sono la velocità e il dribbling.

19 - Fernando Llorente

19-llorentePamplona, 26 febbraio 1985

Soprannominato El Rey León (in lingua italiana Il Re Leone), ha vinto il campionato mondiale e quello europeo con la Nazionale spagnola rispettivamente nel 2010 e nel 2012. È inoltre primatista di reti (16) con l’Athletic Bilbao nelle competizioni UEFA per club. È un attaccante forte fisicamente, dotato di una buona tecnica nonché ottimo colpitore di testa grazie alla sua altezza (1.95).

20 - Javi Martínez

20-javimartinezEstella, 2 settembre 1988

Con la Nazionale si è laureato campione del mondo nel 2010 e campione d’Europa nel 2012. Nato centrocampista difensivo, all’Athletic Bilbao con l’approdo di Marcelo Bielsa è stato trasformato in difensore centrale con ottimi risultati. Anche Josep Guardiola al Bayern Monaco lo ha riproposto nel ruolo più arretrato.

21 - David Silva

21-davidsilvaArguineguín, 8 gennaio 1986

Con i club, David Silva ha vinto 2 campionati inglesi (2012 e 2014), 1 Coppa di Spagna (2008), 1 FA Cup (2011), 2 Coppe di Lega inglesi (2014 e 2016) e 1 Supercoppa inglese (2012). Con la Nazionale spagnola è stato campione del mondo 2010 e due volte campione d’Europa (2008 e 2012). Tra gli esterni più talentuosi del suo periodo, riesce a gestire il gioco velocemente e con lucidità, dettando il ritmo in modo intelligente. Ottimo dribblatore, rapido, bravo nelle verticalizzazioni, tra i migliori assist-man del panorama calcistico mondiale.

22 - Jesús Navas

22-jesusnavasLos Palacios y Villafranca, 21 novembre 1985

Con la Spagna è stato Campione del mondo nel 2010 e Campione europeo nel 2012, e inoltre è primatista di presenze con il Siviglia nelle competizioni UEFA per club. Navas gioca nel ruolo di ala destra, si distingue soprattutto per la notevole velocità, molto abile anche nell’effettuare cross ed assist ai compagni.

23 - José Manuel Reina

23-reinaMadrid, 31 agosto 1982

Con la Nazionale spagnola si è laureato Campione d’Europa nel 2008 e 2012 e Campione del Mondo nel 2010. Dal 2002 al 2005 gioca con il Villarreal, con cui vince due Coppe Intertoto, nel 2003 e nel 2004. Con la maglia del Liverpool, club con cui ha militato dal 2005 al 2013, vince una Supercoppa UEFA nel 2005, una FA Cup nel 2005-2006, una Community Shield nel 2006 e una Football League Cup nel 2011-2012. Con il Napoli, nella stagione 2013-2014 vince una Coppa Italia. Abile col pallone tra i piedi, bravo nelle uscite e dotato di un buon senso della posizione, nel corso degli anni è diventato anche un ottimo pararigori.