1913: la caduta della Signora

juventus1913

I bianconeri finirono in fondo al girone piemontese nel campionato 1912-13. Ma si salvarono grazie a un «capolavoro di diplomazia»: la Federazione autorizzò l’iscrizione al gruppo… lombardo nella stagione successiva. Di qui partì la rinascita: nel torneo 1913-14, la squadra si sarebbe piazzata al quarto posto assoluto.

Il Bologna di Bernardini

Negli anni sessanta arrivano Janich, Haller e “Carburo” Negri a completare la rosa del già grande Bologna e il “wunderteam” guidato da Fulvio Bernardini è pronto per dare l’assalto al tricolore in un 1964 drammatico.

1949: il Portogallo inaugurò il dopo-Pozzo

Italia-Portogallo del 27 febbraio 1949 fu una partita storica: la penultima della Nazionale che faceva blocco sul Grande Torino, che doveva perire a Superga il 4 maggio successivo. E fu la prima partita della nuova Nazionale dopo Vittorio Pozzo.

10 Champions Underdogs

Al giorno d’oggi vincono sempre le stesse, ma c’è stato un tempo in cui il massimo trofeo europeo regalava esiti imprevisti: ecco una carrellata delle 10 vittorie più sorprendenti.

Categories Top

Sivori versus Platini

Contrapporre e raffrontare campioni di generazioni diverse è sempre affascinante. Il genio di Platini ricordava per molti aspetti quello del grande Omar Sivori. In un ideale confronto chi la vince tra l’argentino e il francese?

Juventus 1982-1985: Gloria e Tragedia

Indimenticabile Juve, quella di Platini e Boniek. Che più di altre toccò le corde emotive del tifo per essere oggi rimpianta dai tifosi della Signora del calcio italiano come l’ultima, perduta età dell’oro. Diversi fattori contribuirono a issare quella Juve … Leggi tutto

Storie segrete: “Mexit” 1986

Attraverso i giornali dell’epoca, ecco uno spietato reportage sulla fallimentare spedizione degli Azzurri campioni del mondo in carica, usciti di scena già al primo turno.

GIGGS Ryan: Principe di Galles

Icona, idolo, fuoriclasse di fama planetaria: la sua storia attraversa un ventennio di quella del Manchester United, di cui è stato il simbolo indiscusso. Ryan è stato la costante dei successi del club inglese in tutto il mondo, quel “Fattore G” che ha modificato geneticamente i Red Devils, rilanciandoli ai fasti di un tempo a forza di corsa, dribbling, cross e reti.

Storia di un amore

Dal «Tsu Chu» cinese al football britannico: tremila anni di amore tra uomo e pallone. Dalle nebbie inglesi di fine ottocento fino al Rio de la Plata, storia del calcio dagli albori al primo Mondiale.