1886: Linfield F.C.

Audaces fortuna ìuvat, la sorte aiuta i coraggiosi. È il motto del Linfield, da sempre. E da sempre, evidentemente, i gioca­tori nella classica maglia “royal blue” devono avere avuto parec­chio coraggio, a giudicare dai ri­sultati che fanno dei “Blues” il club di maggior successo di tutta l’Irlanda, unita e non: 47 titoli ir­landese, un record assoluto e inarrivabile, se si pensa che va accoppiato a 38 Irish Cup, 8 coppe di Lega, 31 Gold Cup, 15 Ulster Cup, una marea di trofei che ha comportato l’accumulo di… vetrine nella sede del Wind­sor Park, il celebre stadio di Bel­fast che ospita tradizionalmente anche le partite della Nazionale.

Il club venne fondato nel marzo del 1886 con il nome di Linfield Athletic, ma già da qualche me­se, esattamente dall’autunno del 1885, tale Bob McClurg, uno degli operai della filanda chia­mata Linfield appartenente alla Ulster Spinning Company, aveva raggiunto una sorta di comunio­ne d’intenti con alcuni colleghi di lavoro ed era nata lì l’idea di creare una squadra, sull’onda della sempre maggiore passione per il calcio e della fondazione (nel 1880) della Irish Football Association.

Sul campo chiama­to The Meadow, cioè il prato, si­tuato proprio dietro alla filanda, nella zona di Belfast chiamata Sandy Row, i “Blues” giocarono la prima partita nel marzo del 1886, battendo per 6-5 il Distillery, e nei mesi successivi, in quei tempi in cui la Irish League (sorta poi nel 1890) non era an­cora nata, il club passò di suc­cesso in successo, creandosi una grande reputazione in città e una crescente popolarità nel resto del Paese.

Quando appunto nacque la League, il Linfield ne divenne parte integrante, e si aggiudicò i primi tre campionati, perdendo solo due partite su quaranta gio­cate. All’epoca il campo di casa era quello dell’Ulsterville Ave-nue, a poche decine di metri dal­la Lisbon Road ma una momen­tanea crisi economica a metà dell’ultima decade costrinse poi i “Blues” a spostarsi da lì e muo­versi in giro per la città, senza potersi stabilire in un luogo fis­so.

Nel 1895 venne preso in af­fitto il campo di Balmoral, ma la situazione non migliorò perché i lavori di adattamento dell’im­pianto vennero pagati con… par­te del compenso previsto per i giocatori, e ovviamente il club dovette adattarsi per qualche an­no, fino al 1904, quando venne finalmente acquistato l’attuale Windsor Park: nel frattempo, no­nostante la precarietà della siste­mazione, il Linfield aveva vinto il campionato nel 1895, 1898, 1902, 1904, e la Irish Cup nel 1895, 1898, 1899, 1902, 1904. Come dire che nemmeno il va­gabondaggio tra un campo e l’al­tro poteva fermare i “Blues” nel­la loro corsa verso il record asso­luto di successi per l’Irlanda.

Il resto della storia del Linfield è dunque una continua cavalcata lungo la via dei trofei, delle cop­pe, dei campionati, che sono ar­rivati costantemente lungo tutto l’arco dell’esistenza del club, che rappresenta un’anima molto popolare e popolana: la decade di maggior gloria, a livello di Iri­sh League, è stata quella degli anni Ottanta, con ben otto titoli in dieci stagioni, i singoli anni più trionfali il 1921 -22 (sette tro­fei vinti, 42 partite con una sola sconfitta) e il 1961-62 (idem, 56 partite e soli sette ko), mentre quella più… povera è paradossal­mente stata dal 1910 al 1920, e dal 1920 al 1930, con quattro soli successi, mentre all’epoca era­no Belfast Celtic e Glentoran a ottenere la ribalta.

Costellato di stelle della Nazionale irlandese e di giocatori che poi emigrarono in Inghilterra per ottenere mag­giori guadagni (specialmente da­gli anni Sessanta in poi), il cielo del Linfield non ha però potuto risplendere in campo europeo, dove la perenne inferiorità delle squadre irlandesi (del Nord e dell’Eire) ha lasciato solo spazio a saltuarie imprese, ad esempio nel 1966-67, quando il Linfield arrivò ai quarti di finale della Coppa dei Campioni, che a quel tempo era ancora una manifesta­zione vera e non una sala giochi per grandi club economicamente potenti. In quell’occasione i “Blues” (che in totale hanno gio­cato 61 gare in campo continen­tale, con nove vittorie, sedici pa­reggi e trentasei sconfitte, 62 re­ti segnate e 129 subite) superaro­no due turni prima di arrendersi al CSKA Sofia, pareggiando 2-2 all’andata e perdendo solo 1-0 in trasferta.

Il Linfield 1891, per la prima volta Campione d’Irlanda

Il Linfield campione 1903/04