Coppa UEFA 1999/2000: GALATASARAY

galatasaray-uefa-2000-jjd-wp

Terim e Hagi pilotano la prima volta dei turchi

Traendo beneficio dal nuovo regolamento Uefa, il Galatasaray si aggiudica l’ultima edizione del secolo di questo torneo, il primo trionfo europeo della Turchia. I giallorossi allenati da Fatih Terim avevano iniziato la campagna continentale in Champions League, ma erano in seguito “retrocessi” in Uefa grazie alla nuova formula che prevede il ripescaggio in questa competizione delle terze classificate all’interno dei gironi di Coppa Campioni, con ingresso in gara a partire dai sedicesimi di finale. Si avvale di questa nuova regola pure l’altra finalista, l’Arsenal, anch’essa estromessa dalla Champions League alla fine della prima fase.

L’altra novità è il ritorno di una piaga che soprattutto negli anni Ottanta aveva afflitto gli incontri internazionali: la violenza. Dopo un periodo di relativa tranquillità, in Europa si torna a parlare di hooligans a partire dalla semifinale che vede coinvolti Galatasaray e Leeds. Nei gravi scontri che si consumano a Istanbul due tifosi inglesi perdono la vita facendo temere per la gara di ritorno in Gran Bretagna, che invece fila via senza problemi anche per il divieto imposto ai tifosi del Galatasaray di seguire la propria squadra. Ancora disordini si verificano poi a Copenaghen, anche per l’impreparazione della polizia locale («Non avevamo mai visto nulla di simile a Copenaghen» dichiarerà il capo della polizia danese, «non ci aspettavamo tanti scontri»), in occasione della finale con protagonisti ancora una volta tifosi turchi e inglesi. Nella notte di vigilia, le strade della capitale danese vengono messe a ferro e fuoco dai teppisti che si danno battaglia per ore. Alla fine si conteranno 52 arresti e 17 feriti di cui 4 gravi.

Tornando al campo di gioco si registra una clamorosa debacle per il calcio italiano, che dopo sedici anni non presenta alcuna squadra nei quarti di finale. Perso al secondo turno il Bologna eliminato dal Galatasaray appena entrato in gara e da un arbitro, l’austriaco Benkò, che nella gara di Istanbul lascia piuttosto a desiderare, sono gli ottavi di finale a far registrare una vera ecatombe di italiane. Il Parma si arrende al Werder Brema; l’Udinese è sfortunata per il terzo anno consecutivo e si fa eliminare dallo Sparta Praga; la Juventus, partita dall’Intertoto, perde testa e faccia a Vigo contro il Celta dove viene travolta 4-0 e conclude in nove uomini per le espulsioni di Conte e Montero nel corso del primo tempo; infine, abbandona il gruppo anche la Roma, giustiziata dalla giovane stella australiana Harry Kewell del Leeds United, che si prende una rivincita per l’eliminazione patita dai giallorossi nell’edizione precedente.

roma-leeds-uefa2000-wp

Harry Kewell realizza la rete che decide l’incontro tra Roma e Leeds

Senza italiane in lizza si impennano le quotazioni di Galatasaray e Arsenal, che offrono grandi prove contro Maiorca e Werder Brema nei quarti. In semifinale i Gunners hanno facilmente la meglio sul Lens, mentre il Galatasaray ha un avversario molto più ostico nel Leeds. Gli incidenti che provocano due vittime inglesi sul Bosforo caricano la partita di contenuti anche extracalcistici. Prevalgono i padroni di casa per 2-0 su un Leeds condizionato da quanto accaduto alla vigilia. Per la partita di ritorno, ad alto rischio, il Galatasaray arriva in Inghilterra scortato da 11 agenti del gruppo anti-terrorismo e senza tifosi al seguito. La partita però scorre via senza problemi e dopo cinque minuti la pratica si chiude con il gol di Hagi su rigore. Il Leeds insegue e pareggia due volte con Bakke, anche dopo il 2-1 di Sukur, ma non basta.

A Copenaghen le due squadre scendono in campo con l’intento di non prenderle. Nell’Arsenal sono pregevoli alcune accelerazioni di Henry e Overmars, mentre Bergkamp, forse stanco per il solito viaggio in macchina imposto dalla sua paura per il volo, non gira e viene sostituito. Dall’altra parte, a dispetto dell’anagrafe che chiama 35 anni, è ancora una volta Gheorghe Hagi a sostenere alla grande l’impianto di gioco turco. I due portieri vengono chiamati in causa raramente e sempre con tiri da lontano. L’Arsenal è leggermente più pericoloso e sfortunato e al 3′ del secondo tempo coglie un palo con Suker. Lo 0-0 non si smuove e si va ai supplementari dove incombe la regola del “golden goal”. Il Galatasaray resta in dieci per l’espulsione di Hagi al 3′ del primo prolungamento e soffre gli assalti dei Gunners. Taffarel è decisivo su Henry e Kanu, così si va ai rigori dove i legni fermano le conclusioni di Suker e Vieira regalando alla Turchia e al suo “imperatore” Terim la prima gioia europea.


IL TABELLONE DELLA COPPA UEFA 1999/2000

Turno di qualificazione
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Shakhtar Donetsk Ucraina 4 – 3 Macedonia FK Sileks Kratovo 3 – 1 1 – 2
HJK Helsinki Finlandia 2 – 1 Armenia FC Shirak 2 – 0 0 – 1
Lokomotivi Tbilisi Georgia 2 – 1 Irlanda del Nord Linfield 1 – 0 1 – 1
Sheriff Tiraspol Moldavia 1 – 1 Rep. Ceca Sigma Olomuc 1 – 1 0 – 0
FC Yerevan Armenia 1 – 4 Israele Hapoel Tel Aviv 0 – 2 1 – 2
PFC Neftchi Azerbaigian 2 – 4 Serbia e Montenegro Stella Rossa Belgrado 2 – 3 0 – 1
KS Vllaznia Albania 1 – 3 Slovacchia Spartak Trnava 1 – 1 0 – 2
BATE Borisov Bielorussia 1 – 12 Russia Lokomotiv Mosca 1 – 7 0 – 5
FC Lantana Tallinn Estonia 2 – 9 Georgia Torpedo Kutaisi 0 – 5 2 – 4
FHK Liepajas Metalurgs Lettonia 4 – 5 Polonia Lech Poznan 3 – 2 1 – 3
ND Gorica Slovenia 2 – 1 Galles Inter CableTel 2 – 0 0 – 1
Vojvodina Serbia e Montenegro 5 – 1 Ungheria Újpest FC 4 – 0 1 – 1
JK Viljandi Tulevik Estonia 0 – 5 Belgio Bruges 0 – 3 0 – 2
FC Belshyna Babruisk Bielorussia 1 – 8 Cipro AC Omonia 1 – 5 0 – 3
FC Kryvbas Kryvyi Rih Ucraina 5 – 0 Azerbaigian FK Shamkir 3 – 0 2 – 0
KÍ Klaksvík Fær Øer 0 – 9 Austria Grazer AK 0 – 5 0 – 4
FK Riga Lettonia 0 – 5 Svezia Helsingborgs IF 0 – 0 0 – 5
VPS Finlandia 1 – 3 Scozia St Johnstone FC 1 – 1 0 – 2
Inter Bratislava Slovacchia 5 – 1 Albania KS Bylis Ballsh 3 – 1 2 – 0
FK Bodø/Glimt Norvegia 3 – 1 Liechtenstein FC Vaduz 1 – 0 2 – 1
Viking FK Norvegia 18 – 0 Andorra Principat 7 – 0 11 – 0
Maccabi Tel Aviv Israele 4 – 3 Lituania FBK Kaunas 3 – 1 1 – 2
Steaua Bucarest Romania 7 – 1 Estonia Levadia Maardu 3 – 0 4 – 1
Lyngby Danimarca 7 – 0 Malta Birkirkara 7 – 0 0 – 0
Ankaragücü Turchia 3 – 0 Fær Øer B36 Tórshavn 1 – 0 2 – 0
Sliema Wanderers Malta 0 – 4 Svizzera Zurigo 0 – 3 0 – 1
Grasshoppers Svizzera 8 – 0 Irlanda Bray Wanderers 4 – 0 4 – 0
IFK Göteborg Svezia 3 – 1 Irlanda Cork City FC 3 – 0 0 – 1
FC Mondercange Lussemburgo 2 – 13 Romania Dinamo Bucarest 2 – 6 0 – 7
FK Vardar Macedonia 0 – 9 Polonia Legia Varsavia 0 – 5 0 – 4
APOEL FC Cipro 0 – 2 Bulgaria Levski Sofia 0 – 0 0 – 2
Anderlecht Belgio 9 – 1 Islanda Leiftur 6 – 1 3 – 0
Olimpia Lubiana Slovenia 3 – 3 Lituania FK Kareda Šiauliai 1 – 1 2 – 2
Hajduk Spalato Croazia 6 – 1 Lussemburgo Dudelange 5 – 0 1 – 1
Cwmbran Town Galles 0 – 10 Scozia Celtic Glasgow 0 – 6 0 – 4
Portadown Irlanda del Nord 0 – 8 Bulgaria CSKA Sofia 0 – 3 0 – 5
Ferencváros Ungheria 4 – 2 Moldavia Constructorul Chisinau 3 – 1 1 – 1
KR Reykjavík Islanda 1 – 2 Scozia Kilmarnock FC 1 – 0 0 – 2 (dts)
Primo turno
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Steaua Bucarest Romania 5 – 2 Austria LASK Linz 2 – 0 3 – 2
Wolfsburg Germania 3 – 2 Ungheria Debreceni 2 – 0 1 – 2
Stella Rossa Belgrado Serbia e Montenegro 2 – 3 Francia Montpellier 0 – 1 2 – 2
Udinese Italia 3 – 1 Danimarca Aalborg 1 – 0 2 – 1
Stabæk IF Norvegia 1 – 2 Spagna Deportivo La Coruña 1 – 0 0 – 2
Partizan Belgrado Serbia e Montenegro 1 – 4 Inghilterra Leeds 1 – 3 0 – 1
HJK Helsinki Finlandia 1 – 6 Francia Lione 0 – 1 1 – 5
Atlético Madrid Spagna 3 – 1 Turchia Ankaragücü 3 – 0 0 – 1
MTK Budapest Ungheria 2 – 0 Turchia Fenerbahçe 0 – 0 2 – 0
Anderlecht Belgio 7 – 1 Slovenia Olimpia Lubiana 3 – 1 4 – 0
Roda Kerkrade Paesi Bassi 5 – 1 Ucraina Shakhtar Donetsk 2 – 0 3 – 1
FK Bodø/Glimt Norvegia 1 – 6 Germania Werder Brema 0 – 5 1 – 1
Viking Norvegia 3 – 1 Portogallo Sporting Lisbona 3 – 0 0 – 1
Maccabi Tel Aviv Israele 3 – 4 Francia Lens 2 – 2 1 – 2
Kaiserslautern Germania 5 – 0 Scozia Kilmarnock 3 – 0 2 – 0
Helsingborgs Svezia 2 – 2 Ucraina Karpaty Lviv 1 – 1 1 – 1 (4-2 dcr)
Lech Poznań Polonia 1 – 2 Svezia IFK Göteborg 1 – 2 0 – 0
FK Teplice Rep. Ceca 4 – 2 Ungheria Ferencváros 3 – 1 1 – 1
CSKA Sofia Bulgaria 2 – 4 Inghilterra Newcastle 0 – 2 2 – 2
ND Gorica Slovenia 0 – 3 Grecia Panathinaikos 0 – 1 0 – 2
Amica Wronki Polonia 5 – 4 Danimarca Brøndby 2 – 0 3 – 4
SC Beira-Mar Portogallo 1 – 2 Paesi Bassi Vitesse Arnhem 1 – 2 0 – 0
Grazer AK Austria 4 – 2 Slovacchia Spartak Trnava 3 – 0 1 – 2
Hajduk Spalato Croazia 0 – 3 Bulgaria Levski Sofia 0 – 0 0 – 3
Celtic Glasgow Scozia 3 – 0 Israele Hapoel Tel Aviv 2 – 0 1 – 0
Losanna Svizzera 3 – 6 Spagna Celta Vigo 3 – 2 0 – 4
Ionikos Grecia 1 – 4 Francia Nantes 1 – 3 0 – 1
Aris Salonicco Grecia 3 – 2 Svizzera Servette 1 – 1 2 – 1
Monaco Francia 6 – 3 Scozia St Johnstone 3 – 0 3 – 3
Inter Bratislava Slovacchia 3 – 1 Austria Rapid Vienna 1 – 0 2 – 1
Lyngby Boldklub Danimarca 1 – 5 Russia Lokomotiv Mosca 1 – 2 0 – 3
Skonto Riga Lettonia 1 – 2 Polonia Widzew Łódź 1 – 0 0 – 2
Roma Italia 7 – 1 Portogallo Vitoria Setubal 7 – 0 0 – 1
Parma Italia 6 – 2 Ucraina Kryvbas 3 – 2 3 – 0
Hapoel Haifa Israele 5 – 5 Belgio Bruges 3 – 1 2 – 4
Torpedo Kutaisi Georgia 1 – 7 Grecia AEK Atene 0 – 1 1 – 6
Omonia Nicosia Cipro 2 – 10 Italia Juventus 2 – 5 0 – 5
West Ham Inghilterra 6 – 1 Croazia Osijek 3 – 0 3 – 1
Vojvodina Serbia e Montenegro 2 – 3 Rep. Ceca Slavia Praga 0 – 0 2 – 3
Sigma Olomouc Rep. Ceca 1 – 3 Spagna Maiorca 1 – 3 0 – 0
Benfica Portogallo 2 – 1 Romania Dinamo Bucarest 0 – 1 2 – 0
Ajax Paesi Bassi 9 – 2 Slovacchia Dukla Banská Bystrica 6 – 1 3 – 1
Tottenham Inghilterra 3 – 0 Moldavia Zimbru Chişinău 3 – 0 0 – 0
Zenit San Pietroburgo Russia 2 – 5 Italia Bologna 0 – 3 2 – 2
Anorthosis Famagosta Cipro 1 – 2 Polonia Legia Varsavia 1 – 0 0 – 2
Lokomotivi Tbilisi Georgia 0 – 9 Grecia PAOK Salonicco 0 – 7 0 – 2
Akademisk Boldklub Danimarca 1 – 3 Svizzera Grasshoppers 0 – 2 1 – 1
Zurigo Svizzera 5 – 3 Belgio Lierse 1 – 0 4 – 3
Secondo turno
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Aris Salonicco Grecia 2 – 4 Spagna Celta Vigo 2 – 2 0 – 2
Udinese Italia 2 – 1 Polonia Legia Varsavia 1 – 0 1 – 1
Deportivo La Coruña Spagna 5 – 1 Francia Montpellier 3 – 1 2 – 0
Widzew Łódź Polonia 1 – 3 Francia Monaco 1 – 1 0 – 2
MTK Budapest Ungheria 2 – 2 Grecia AEK Atene 2 – 1 0 – 1
Roda Kerkrade Paesi Bassi 0 – 1 Germania Wolfsburg 0 – 0 0 – 1
Anderlecht Belgio 2 – 4 Italia Bologna 2 – 1 0 – 3
PAOK Salonicco Grecia 3 – 3 Portogallo Benfica 1 – 2 2 – 1 (1-4 dcr)
Inter Bratislava Slovacchia 0 – 7 Francia Nantes 0 – 3 0 – 4
Atlético Madrid Spagna 5 – 1 Polonia Amica Wronki 1 – 0 4 – 1
Parma Italia 4 – 1 Svezia Helsingborgs 1 – 0 3 – 1
Grazer Austria 2 – 2 Grecia Panathinaikos 2 – 1 0 – 1
Steaua Bucarest Romania 2 – 0 Inghilterra West Ham 2 – 0 0 – 0
Levski Sofia Bulgaria 2 – 4 Italia Juventus 1 – 3 1 – 1
Leeds Inghilterra 7 – 1 Russia Lokomotiv Mosca 4 – 1 3 – 0
Hapoel Haifa Israele 1 – 3 Paesi Bassi Ajax 0 – 3 1 – 0
Slavia Praga Rep. Ceca 3 – 2 Svizzera Grasshoppers 3 – 1 0 – 1
Zurigo Svizzera 2 – 5 Inghilterra Newcastle 1 – 2 1 – 3
Werder Brema Germania 2 – 2 Norvegia Viking 0 – 0 2 – 2
Teplice Rep. Ceca 1 – 5 Spagna Maiorca 1 – 2 0 – 3
IFK Göteborg Svezia 0 – 3 Italia Roma 0 – 2 0 – 1
Lione Francia 2 – 0 Scozia Celtic Glasgow 1 – 0 1 – 0
Lens Francia 5 – 2 Paesi Bassi Vitesse Arnhem 4 – 1 1 – 1
Tottenham Inghilterra 1 – 2 Germania Kaiserslautern 1 – 0 0 – 2
Sedicesimi di finale
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Ajax Paesi Bassi 0 – 3 Spagna Maiorca 0 – 1 0 – 2
AEK Atene Grecia 2 – 3 Francia Monaco 2 – 2 0 – 1
Rangers Glasgow Scozia 2 – 2 Germania Borussia Dortmund 2 – 0 0 – 2 (1-3 dcr)
Bologna Italia 2 – 3 Turchia Galatasaray 1 – 1 1 – 2
Roma Italia 1 – 0 Inghilterra Newcastle 1 – 0 0 – 0
Spartak Mosca Russia 2 – 2 Inghilterra Leeds 2 – 1 0 – 1
Slavia Praga Rep. Ceca 5 – 2 Romania Steaua Bucarest 4 – 1 1 – 1
Udinese Italia 2 – 2 Germania Bayer Leverkusen 0 – 1 2 – 1
Arsenal Inghilterra 6 – 3 Francia Nantes 3 – 0 3 – 3
Deportivo La Coruna Spagna 5 – 3 Grecia Panathinaikos 4 – 2 1 – 1
Parma Italia 5 – 4 Austria Sturm Graz 2 – 1 3 – 3 (dts)
Lione Francia 3 – 4 Germania Werder Brema 3 – 0 0 – 4
Olympiacos Grecia 3 – 4 Italia Juventus 1 – 3 2 – 1
Celta Vigo Spagna 8 – 1 Portogallo Benfica 7 – 0 1 – 1
Wolfsburg Germania 3 – 5 Spagna Atletico Madrid 2 – 3 1 – 2
Lens Francia 5 – 3 Germania Kaiserslautern 1 – 2 4 – 1
Ottavi di finale
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Maiorca Spagna 4-2 Francia Monaco 4-1 0-1
Borussia Dortmund Germania 0-2 Turchia Galatasaray 0-2 0-0
Roma Italia 0-1 Inghilterra Leeds 0-0 0-1
Slavia Praga Rep. Ceca 2-2 (gfc) Italia Udinese 1-0 1-2
Arsenal Inghilterra 6-3 Spagna Deportivo La Coruña 5-1 1-2
Parma Italia 2-3 Germania Werder Brema 1-0 1-3
Juventus Italia 1-4 Spagna Celta Vigo 1-0 0-4
Atlético Madrid Spagna 4-6 Francia Lens 2-2 2-4
Quarti di finale
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Maiorca Spagna 2-6 Turchia Galatasaray 1-4 1-2
Leeds Inghilterra 4-2 Rep. Ceca Slavia Praga 3-0 1-2
Arsenal Inghilterra 6-2 Germania Werder Brema 2-0 4-2
Celta Vigo Spagna 1-2 Francia Lens 0-0 1-2
Semifinali
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Galatasaray Turchia 4-2 Inghilterra Leeds 2-0 2-2
Arsenal Inghilterra 3-1 Francia Lens 1-0 2-1
Finale
Copenhagen, Parken, 17 maggio 2000

GALATASARAY – ARSENAL 0-0; 4-1 d.c.r.

Reti: –
Sequenza Rigori: Penbe, Sükür, Davala, Popescu per il Galatasaray
Šuker (fallito), Parlour, Vieira (fallito) per l’Arsenal
Galatasaray: Taffarel; Capone, Popescu, Bülent, Ümit, Suat (Ahmet 95), Okan (Ünsal 82), Arif, Ergun, Hagi, Sükür
Arsenal: Seaman; Dixon, Keown, Adams, Sivinho, Parlour, Viera, Petit, Overmars (Suker 115), Bergkamp (Kanu 72), Henry
Arbitro: Jesús López Nieto (Spagna)

CLASSIFICA MARCATORI

Giocatore Reti Minuti Squadra
Darko Kovačević 10 720 Juventus Juventus
Marco Di Vaio 7 460 Parma Parma
Jimmy Floyd Hasselbaink 7 574 Atlético Atlético
Thierry Henry 7 592 Arsenal Arsenal
Pascal Nouma 7 875 Lens Lens
Benni McCarthy 6 796 Celta Celta
Hakan Şükür 6 833 Galatasaray Galatasaray