Coppa delle Coppe 1968/69: SLOVAN BRATISLAVA

Le furie ceche abbagliano il Barcellona

Lo Slovan Bratislava diventa la prima squadra dell’Europa Orientale a vincere un trofeo continentale, sconfiggendo il super favorito Barcellona in una finale entusiasmante. La stagione viene marcata dagli eventi dell’agosto 1968, quando le truppe sovietiche invadono la Cecoslovacchia. Come conseguenza di tale intervento molte squadre occidentali si rifiutano di affrontare le rappresentative del blocco sovietico ed il calendario del primo turno deve essere completamente riorganizzato su base regionale dalla commissione UEFA stabilita per tale emergenza. Dopo l’eliminazione della Dinamo Bucarest nel secondo turno, lo Slovan è l’unica squadra dell’Est a rimanere in corsa.

La squadra cecoslovacca compie una vera e propria impresa. Batte Porto e Torino sulla strada per Basilea ed elimina gli scozzesi del Dunfermline in semifinale. Dall’altra parte l’unico grande ostacolo per il Barcellona è in semifinale contro il Colonia, ma i tedeschi vengono battuti con un comodo 6-3 complessivo (memorabile il 4-1 della gara di ritorno con tripletta di Fuste).

In finale 20.000 tifosi assistono ad una grande prova della squadra slovacca allenata da Michal Vican e arroccata attorno al massiccio difensore Alexander Horváth. Un violento tiro di Ludovit Cvetler porta lo Slovan in vantaggio al 2′ ma José António Zaldúa pareggia 14 minuti dopo girando a rete di testa un assist di Rexach. Gli slovacchi, tuttavia, sono padroni del campo e vanno ancora in gol con Hrivnak (30′) e Capkovic (42′) andando all’intervallo sul 3-1. A inizio ripresa Rexach riduce le distanze su calcio d’angolo sorprendendo il portiere slovacco Vencel (che poi si giustificherà dicendo di essere stato accecato dall’illuminazione dello stadio). La sua squadra, tuttavia, conserva il 3-2 e regala alla Cecoslovacchia un momento di gioia in un periodo particolarmente buio dal punto di vista politico.

Il Torino di Edmondo Fabbri affronta con entusiasmo la nuova avventura in Coppa. Il primo turno riserva ai granata gli albanesi del Partizani di Tirana che nell’andata si impongono a sorpresa con una rete di Shaqiri. A Torino Carelli, Facchin e Mondonico ristabiliscono le gerarchie per il 3-1 finale. Nel secondo turno tocca ai cecoslovacchi dello Slovan stoppare il Torino, sconfitto sia al Comunale (rete di Jokl) che a Bratislava (2-1 con reti di Horvath, Hlavenka e Carelli).

 

IL TABELLONE DELLA COPPA DELLE COPPE 1968/69

Sedicesimi di finale

All’inizio della competizione, a causa di motivi politici legati alla Primavera di Praga, si ritirarono le seguenti squadre:

URSS: Dynamo Mosca
Ungheria: Györi ETO FC
Bulgaria: Spartak Sofia
Polonia: Górnik Zabrze
Germania Est: 1. FC Union Berlin
La Dinamo Bucureşti, che doveva affrontare nel primo turno il Györi ETO FC, fu qualificata a tavolino al secondo turno della manifestazione.

Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Dunfermline Scozia 12 – 1 Cipro APOEL FC 10 – 1 2 – 0
Olympiakos Grecia 4 – 0 Islanda KR Reykjavík 2 – 0 2 – 0
Dinamo Bucureşti Romania w/o Ungheria Györi ETO FC
Club Brugge Belgio 3 – 3 Inghilterra West Bromwich 3 – 1 0 – 2
Partizani Albania 2 – 3 Italia Torino 1 – 0 1 – 3
Spartak Sofia Bulgaria ritirate Germania Est 1. FC Union Berlin
Cardiff City Galles 3 – 4 Portogallo Porto 2 – 2 1 – 2
Slovan Bratislava Cecoslovacchia 3 – 2 Jugoslavia Bor 3 – 0 0 – 2
Den Haag Paesi Bassi 6 – 1 Austria Grazer 4 – 1 2 – 0
Bordeaux Francia 2 – 4 Germania Colonia 2 – 1 0 – 3
Randers Freja Danimarca 3 – 1 Irlanda Shamrock Rovers 1 – 0 2 – 1
Rumelange Lussemburgo 2 – 2 Malta Sliema Wanderers 2 – 1 0 – 1
Lugano Svizzera 0 – 4 Spagna Barcellona 0 – 1 0 – 3
Górnik Zabrze Polonia ritirate URSS Dynamo Mosca
Altay Turchia 4 – 5 Norvegia Lyn Fotball 3 – 1 1 – 4
Crusaders Irlanda del Nord 3 – 6 Svezia IFK Norrköping 2 – 2 1 – 4
Ottavi di finale
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Dunfermline Scozia 4 – 3 Grecia Olympiakos 4 – 0 0 – 3
Dinamo Bucureşti Romania 1 – 5 Inghilterra West Bromwich 1 – 1 0 – 4
Torino Italia Bye
Porto Portogallo 1 – 4 Cecoslovacchia Slovan Bratislava 1 – 0 0 – 4
Den Haag Paesi Bassi 0 – 4 Germania Colonia 0 – 1 0 – 3
Randers Freja Danimarca 8 – 0 Malta Sliema Wanderers 6 – 0 2 – 0
Barcellona Spagna Bye
Lyn Fotball Norvegia 4 – 3 Svezia IFK Norrköping 2 – 0 2 – 3
Quarti di finale
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Dunfermline Scozia 1 – 0 Inghilterra West Bromwich 0 – 0 1 – 0
Torino Italia 1 – 3 Cecoslovacchia Slovan Bratislava 0 – 1 1 – 2
Colonia Germania 5 – 1 Danimarca Randers Freja 2 – 1 3 – 0
Barcellona Spagna 5 – 4 Norvegia Lyn Fotball 3 – 2 2 – 2
Semifinali
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Dunfermline Scozia 1 – 2 Cecoslovacchia Slovan Bratislava 1 – 1 0 – 1
Colonia Germania 3 – 6 Spagna Barcellona 2 – 2 1 – 4
FINALE

21 maggio 1969 – St. Jakob Stadium, Basilea
Slovan Bratislava 3 – 2 Barcellona
Slovan Bratislava: Vencel; Filo, Horvath, Hrivnak; Zlocha, Hrdlicka, Josef Capkovic; Cvetler, Moder (Hatar), Jokl, Jan Capkovic
Barcellona: Sadurni; Franch (Pereda), Eladio, Rife; Olivella, Zabalza, Pellicer; Castro (Mendoza), Zaldua, Fuste, Rexach
Arbitro: Laurens Van Ravens (Olanda)
Reti: 2′ 1-0: Cvetler; 16′ 1-1: Zaldua; 30′ 2-1: Hrivnak; 42′ 3-1: Jan Capkovic; 52′ 3-2: Rexach
VINCITORE: SLOVAN BRATISLAVA