Coppa delle Coppe 1993/94: ARSENAL

arsenal-f-1993-94-wp

Il Parma si piega davanti ai Gunners

Continua la maledizione del “bis”: il Parma diventa la sesta squadra che non riesce a vincere due finali consecutive. A Copenaghen l’Arsenal si impone per 1-0. Superati con qualche patema i danesi dell’Odense nel primo turno, la squadra di George Graham aveva sorpreso tutti, imponendosi per 7-0 in trasferta contro lo Standard Liegi nel secondo turno. Il punto di forza dell’Arsenal è però la difesa, che conta sul portiere David Seaman e su difensori quali Lee Dixon, Steve Bould, Tony Adams e Nigel Winterburn. Proprio una rete del difensore Tony Adams sul campo di casa consente ai londinesi di superare il Torino nei quarti. Poi, dopo un pareggio per 1-1 in Francia, una rete di Kevin Campbell basta per prevalere sul Paris Saint-Germain e accedere alla finale.

Due le compagini italiane in lizza: il Parma detentore del trofeo e il Torino. I granata di Mondonico ritornano in questa competizione dopo 22 anni e superano i sedicesimi grazie ad un 2-0 in trasferta ai danni dei norvegesi del Lillestroem (reti di Silenzi e Jarni) seguito da un 1-2 casalingo. Negli ottavi l’Aberdeen mette paura ai granata.
Al Delle Alpi gli scozzesi passano due volte nella prima mezz’ora (Paatelainen e Jess) costringendo il Torino ad una corsa ad ostacoli. Nella ripresa Sergio, Fortunato e Aguileira rimettono in corsa gli uomini di Mondonico che si ripetono la rimonta in Scozia dove ad una rete di Robertson rispondono Carbone e Silenzi. Ancora britannici sulla scia del Toro: tocca all’Arsenal. Il match casalingo è dominato dalla paura e dalla noia, con un Toro spuntato e i Gunners ordinati nel contenimento. Si gioca il tutto per tutto a Londra, e l’Highbury sarà il capolinea della squadra per la squadra di Mondonico. Una rete di Adams (colpo di testa su calcio di punizione) è sufficiente ad estromettere un Toro stanco e privo del gioiello Carboni.

arsenal-torino-1993-94-wp

Immagini del match di ritorno dei quarti di finale tra Arsenal e Torino

Il Parma di Scala riesce invece ad arrivare in finale. Nel primo turno gli svedesi del Degerfors vengono agevolmente eliminati con un complessivo 4-1 ed anche il sorteggio degli ottavi sembra sorridere: dall’urna escono gli israeliani del Maccabi Haifa. In trasferta è Brolin a sciogliere la matassa con una rete al 90′ che ipoteca il superamento del turno. Succede invece che al Tardini il Parma affronta gli avversari con troppa sufficienza e nonstante ciò sfiora più volte la rete della sicurezza. Il Maccabi tira in porta solo una volta, al 51′ con Mizrahi che su punizione beffa Bucci. Gialloblu sotto shock e la paura domina la partita che si avvia ai supplementari. Brolin incoccia la traversa e Crippa si conquista un rigore che Zola si fa parare. Ai rigori sale in cattedra Bucci che salva la qualificazione.

Nei quarti tocca all’Ajax. Ad Amsterdam il Parma con difesa d’emergenza resiste agli attacchi e sfiora la vittoria: una partita senza gol ma piena di divertimento e spettacolo. Nel match di ritorno Scala indovina la partita perfetta e grazie anche ad un Zola in serata di grazia e così gli uomini di Van Gaal vengono messi sotto da due reti di Minotti e Brolin. L’ostacolo in semifinale si chiama Benfica. In Portogallo un botta e risposta di Zola e Isaias mantiene il match in un equilibrio spezzato solo a mezz’ora dalla fine da una rete di Rui Costa. Al Parma basta un 1-0 nel per passare in finale e la qualificazione si concretizza al 77′ quando un’uscita a farfalle di Neno consente a Sensini di appoggiare in rete ed eliminare un Benfica rimasto in dieci per quasi un’ora (espulsione di Mozer).

A Copenaghen il Parma però si sgonfia sul traguardo e resta annichilito di fronte ad un Arsenal perfettamente disposto in campo. Il palo colpito da Brolin al 14′ sembra instradare il match sui binari disposti da Scala ma ben presto i gialloblù si accorgono di quanto è difficile imbastire manovre. Al 20′ Dixon lavora un buon pallone liberando Smith al limite dell’area, tiro secco e palla che colpisce il palo alla sinistra di Bucci e carambola in rete. E’ la svolta del match, il Parma si squaglia e non riesce a reagire in modo coerente. I minuti passano senza registrare occasioni gol. Nella ripresa entra Melli per Pin ma la sostanza non cambia, il sogno del Parma-bis resta nel cassetto, la coppa va all’Arsenal.

arsenal-parma-1993-94-wp

arsenal-parma1-1993-94-wp

IL TABELLONE DELLA COPPA DELLE COPPE 1993/94

Turno preliminare
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Karpaty Lviv Ucraina 2 – 3 Irlanda Shelbourne 1 – 0 1 – 3
RAF Jelgava Lettonia 1 – 3 Fær Øer HB Tórshavn 1 – 0 0 – 3
Sliema Wanderers Malta 1 – 6 Svezia Degerfors 1 – 3 0 – 3
Bangor Irlanda del Nord 2 – 3 Cipro Apoel Nicosia 1 – 1 1 – 2
F91 Dudelange Lussemburgo 1 – 7 Israele Maccabi Haifa 0 – 1 1 – 6
Valur Islanda 4 – 1 Finlandia MyPa 3 – 1 1 – 0
Balzers Liechtenstein 3 – 1 Albania Albpetrol Patosi 3 – 1 0 – 0
Nikol Tallinn Estonia 1 – 8 Norvegia Lillestrøm 0 – 4 1 – 4
Košice Slovacchia 3 – 1 Lituania Žalgiris Vilnius 2 – 1 1 – 0
Lugano Svizzera 6 – 2 Bielorussia Neman Grodno 5 – 0 1 – 2
CMC Publikum Slovenia 0 – 1 Danimarca Odense BK 0 – 1 0 – 0
Sedicesimi di finale
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Wacker Innsbruck Austria 5 – 1 Ungheria Ferencváro 3 – 0 2 – 1
Real Madrid Spagna 6 – 1 Svizzera Lugano 3 – 0 3 – 1
Apoel Nicosia Cipro 0 – 3 Francia Paris Saint-Germain 0 – 1 0 – 2
Universitatea Craiova Romania 7 – 0 Fær Øer HB Tórshavn 4 – 0 3 – 0
Lillestrøm Norvegia 2 – 3 Italia Torino 0 – 2 2 – 1
Valur Islanda 0 – 7 Scozia Aberdeen 0 – 3 0 – 4
Odense BK Danimarca 2 – 3 Inghilterra Arsenal 1 – 2 1 – 1
Standard Liegi Belgio 8 – 3 Galles Cardiff City 5 – 2 3 – 1
Benfica Portogallo 2 – 1 Polonia Katowice 1 – 0 1 – 1
CSKA Sofia Bulgaria 11 – 1 Liechtenstein Balzers 8 – 0 3 – 1
Panathinaikos Grecia 5 – 1 Irlanda Shelbourne 3 – 0 2 – 1
Bayer Leverkusen Germania 5 – 0 Rep. Ceca Boby Brno 2 – 0 3 – 0
Hajduk Spalato Croazia 1 – 6 Paesi Bassi Ajax 1 – 0 0 – 6
Košice Slovacchia 2 – 3 Turchia Beşiktaş 2 – 1 0 – 2
Torpedo Mosca Russia 2 – 3 Israele Maccabi Haifa 1 – 0 1 – 3
Degerfors Svezia 1 – 4 Italia Parma 1 – 2 0 – 2
Ottavi di finale
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Wacker Innsbruck Austria 1 – 4 Spagna Real Madrid 1 – 1 0 – 3
Paris Saint-Germain Francia 6 – 0 Romania Universitatea Craiova 4 – 0 2 – 0
Torino Italia 5 – 3 Scozia Aberdeen 3 – 2 2 – 1
Arsenal Inghilterra 10 – 0 Belgio Standard Liegi 3 – 0 7 – 0
Benfica Portogallo 6 – 2 Bulgaria CSKA Sofia 3 – 1 3 – 1
Panathinaikos Grecia 3 – 5 Germania Bayer Leverkusen 1 – 4 2 – 1
Ajax Paesi Bassi 6 – 1 Turchia Beşiktaş 2 – 1 4 – 0
Maccabi Haifa Israele 1 – 1 Italia Parma 0 – 1 1 – 0 (1-3 dcr)
Quarti di finale
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Real Madrid Spagna 1 – 2 Francia Paris Saint-Germain 0 – 1 1 – 1
Torino Italia 0 – 1 Inghilterra Arsenal 0 – 0 0 – 1
Benfica Portogallo 5 – 5 Germania Bayer Leverkusen 1 – 1 4 – 4
Ajax Paesi Bassi 0 – 2 Italia Parma 0 – 0 0 – 2
Semifinali
Squadra 1 Totale Squadra 2 Andata Ritorno
Paris Saint-Germain Francia 1 – 2 Inghilterra Arsenal 1 – 1 0 – 1
Benfica Portogallo 2 – 2 Italia Parma 2 – 1 0 – 1
FINALE

4 maggio 1994- Parken Stadium, Copenhagen
Arsenal 1 – 0 Parma
Arsenal: Seaman; Dixon, Winterburn, Davis, Bould, Adams, Campbell, Morrow, Smith, Merson (McGoldrick 86), Selley
Parma: Bucci; Benarrivo, Di Chiara, Minotti, Apolloni, Sensini, Brolin, Pin (Melli 71), Crippa, Zola, Asprilla
Arbitro: Václav Krondl (Repubblica Ceca)
Reti: 20′ 1-0: Smith
VINCITORE: ARSENAL