Coppa delle Fiere 1962-63: VALENCIA

valencia-coppafiere1963-wp

La Spagna si conferma sul trono

Se il primo successo aveva colto tutti di sorpresa non si può dire lo stesso della seconda affermazione consecutiva del Valencia, che con questo successo eguaglia il Barcellona nell’albo d’oro della competizione. Da questa stagione il numero delle partecipanti alla Coppa delle Fiere sale a quota 32. In tal modo tutte le contendenti sarebbero entrate in gara al primo turno, compreso il Valencia che si trovò subito a fronteggiare un avversario da prendere con le molle. Gli scozzesi del Celtic non erano ancora lo squadrone che dominerà in patria e vincerà la Coppa dei Campioni di lì a poco, ma andavano comunque rispettati. Al debutto europeo, i biancoverdi tennero botta in Spagna perdendo 4-2, ma vedendosi annullare un gol di Steve Chalmers per un fuorigioco dubbio nel finale. I detentori del trofeo però non fecero illudere gli avversari. Con una prova di grande personalità si portarono facilmente sul 2-1 a Glasgow, prima di subire da Crerand il gol del pareggio scozzese nel finale.

L’Italia schierò al via due compagini: la Sampdoria e la Roma. Il benevolo accoppiamento con i lussemburghesi dell’Aris Bonnevoie consentì alla Samp di superare il primo turno, ma già alla tappa successiva arrivò il semaforo rosso di fronte al solido Ferencvaros. Di diverso spessore si rivelò la partecipazione della Roma, capace di avanzare con passo sicuro attraverso le varie trappole incontrate lungo il cammino. Lo scalpo di due squadre di prima fascia come Real Saragozza e Stella Rossa danno prestigio alla recita giallorossa, che arriva all’epilogo solo in semifinale quando di fronte ai capitolini si pone il Valencia lanciato verso la doppietta.

Gli spagnoli avevano fin lì affrontato solamente formazioni scozzesi: dopo il Celtic era stata la volta del Dunfermline di Jock Stein che oppose una robusta resistenza e dopo aver perso la gara di andata 4-0 si impose 6-2 in casa, arrendendosi di misura nello spareggio di Lisbona. Più accomodante si era invece rivelato l’Hibernian nei quarti di finale che avevano proiettato gli spagnoli allo scontro con la Roma. In terra iberica i giallorossi di Foni giocarono una partita tatticamente inappuntabile bloccando sul nascere tutte le iniziative del Valencia. Nel finale ci fu però il crollo: un’autorete di Losi a 13′ dal termine ruppe la resistenza capitolina che subì anche le reti di Nunez e Guillot. Il passaggio del turno era ormai compromesso e la vittoria dell’Olimpico con rete di Angelillo incrementò solamente i rimpianti.

Il Valencia era nuovamente in finale dove per la prima volta era approdata una squadra dell’est europeo, la Dinamo Zagabria. Nella gara di andata gli spagnoli subirono per tutto il primo tempo la verve degli slavi, passati in vantaggio con Zambata. Nella ripresa emerse però il carattere del Valencia che in tre minuti ribaltò il risultato con il brasiliano Valdo e Urtiaga. Il più era fatto; al Luis Casanova i padroni di casa controllarono la situazione affondando ogni tanto l’offensiva e segnando due reti che legittimarono il secondo trionfo consecutivo.

IL TABELLONE DELLA COPPA DELLE FIERE 1962/63

Sedicesimi di finale

Squadra #1 Tot. Squadra #2 Andata Ritorno Spareggio
UC Sampdoria Italia 3 – 0 Lussemburgo Aris Bonnevoie 1 – 0 2 – 0
Viktoria Köln Germania Ovest 5 – 7 Ungheria Ferencvárosi TC 4 – 3 1 – 4
FC Petrolul Ploiești Romania 5 – 0 Cecoslovacchia 1. FC Brno 4 – 0 1 – 0
FK Vojvodina Jugoslavia 1 – 2 Germania Est Lipsia XI 1 – 0 0 – 2
Basilea XI Svizzera 0 – 3 Germania Ovest Bayern Monaco 0 – 3 abbandono
Drumcondra FC Irlanda 6 – 5 Danimarca Odense Stævnet 4 – 1 2 – 4
FC Porto Portogallo 1 – 2 Jugoslavia Dinamo Zagabria 1 – 2 0 – 0
Olympique de Marseille Francia 3 – 4 Belgio Union Saint-Gilloise 1 – 0 2 – 4
Valencia CF Spagna 6 – 4 Scozia Celtic FC 4 – 2 2 – 2
Everton FC Inghilterra 1 – 2 Scozia Dunfermline Athletic FC 1 – 0 0 – 2
Utrecht XI Paesi Bassi 5 – 3 Germania Ovest Tasmania 1900 Berlino 3 – 2 2 – 1
Hibernian FC Scozia 7 – 2 Danimarca Staevnet XI (Copenaghen) 4 – 0 3 – 2
Glentoran FC Irlanda del Nord 2 – 8 Spagna Real Zaragoza 0 – 2 2 – 6
Altay SK Turchia 3 – 13 Italia AS Roma 2 – 3 1 – 10
Rapid Vienna Austria 1 – 2 Jugoslavia Stella Rossa Belgrado 1 – 1 0 – 1
Belenenses Portogallo 2 – 2 Spagna FC Barcelona 1 – 1 1 – 1 2 – 3

Ottavi di finale

Squadra #1 Tot. Squadra #2 Andata Ritorno Spareggio
UC Sampdoria Italia 1 – 6 Ungheria Ferencvárosi TC 1 – 0 0 – 6
FC Petrolul Ploiești Romania 1 – 1 Germania Est Lipsia XI 1 – 0 0 – 1 1 – 0
Bayern Monaco Germania Ovest 6 – 1 Irlanda Drumcondra FC 6 – 0 0 – 1
Dinamo Zagabria Jugoslavia 2 – 2 Belgio Union Saint-Gilloise 2 – 1 0 – 1 3 – 2
Valencia CF Spagna 6 – 6 Scozia Dunfermline Athletic FC 4 – 0 2 – 6 1 – 0
Utrecht XI Paesi Bassi 1 – 3 Scozia Hibernian FC 0 – 1 1 – 2
Real Zaragoza Spagna 4 – 5 Italia AS Roma 2 – 4 2 – 1
Stella Rossa Belgrado Jugoslavia 3 – 3 Spagna FC Barcelona 3 – 2 0 – 1 1 – 0

Quarti di finale

Squadra #1 Tot. Squadra #2 Andata Ritorno
Ferencvárosi TC Ungheria 2 – 1 Romania FC Petrolul Ploiești 2 – 0 0 – 1
Bayern Monaco Germania Ovest 1 – 4 Jugoslavia Dinamo Zagabria 1 – 4 0 – 0
Valencia CF Spagna 6 – 2 Scozia Hibernian FC 5 – 0 1 – 2
AS Roma Italia 3 – 2 Jugoslavia Stella Rossa Belgrado 3 – 0 0 – 2

Semifinali

Squadra #1 Tot. Squadra #2 Andata Ritorno
Ferencvárosi TC Ungheria 1 – 3 Jugoslavia Dinamo Zagabria 0 – 1 1 – 2
Valencia CF Spagna 3 – 1 Italia AS Roma 3 – 0 0 – 1

Finale

Squadra #1 Ris. Squadra #2 Andata Ritorno
Dinamo Zagabria Jugoslavia 1 – 4 Spagna Valencia 1 – 2 0 – 2

VINCITORE: VALENCIA