Coppa delle Coppe 1994/95: REAL SARAGOZZA

saragozza-coppacoppe-1994-95-wp

Nayim affonda l’Arsenal ai supplementari

Ancora una volta i campioni in carica sono sconfitti nella loro seconda finale. L’Arsenal è battuto da uno dei più memorabili gol nella storia del calcio europeo. All’ultimo minuto dei tempi supplementari il centrocampista del Real Saragozza Mohamed Ali Amar, detto ‘Nayim’, – ex giocatore del Tottenham Hotspur – supera il portiere dell’Arsenal e della nazionale inglese David Seaman con un incredibile pallonetto dalla linea laterale destra, a 40 metri di distanza dalla porta degli inglesi.

I campioni in carica dell’Arsenal non hanno grandi problemi fino ai quarti di finale (Omonia e Brøndby le vittime dei primi due turni). Successivamente i Gunners, bloccati sul pareggio casalingo per 1-1 dall’Auxerre, vincono di misura per 1-0 in Francia grazie a Ian Wright. Entrambe le semifinali contro la Sampdoria terminano sul 3-2 per la squadra di casa. Ai rigori Attilio Lombardo fallisce e consente all’Arsenal di qualificarsi per la finale al Parc des Princes.

Il Real Zaragoza di Víctor Fernández dopo aver superato agevolmente il Gloria Bistrita (5-2 complessivo) e il Tatran Prešov (eloquente 6-1) trova sulla sua strada il Feyenoord. Dopo avere perso per 1-0 all’andata, ha la meglio per 2-0 sugli olandesi nei quarti di finale (reti di Pardeza e Esnaider). In semifinale larga vittoria per 3-0 sul Chelsea all’andata, ma disastro sfiorato a Londra. Una rete di Santiago Aragón è decisiva per limitare la sconfitta a un 3-1. Gli spagnoli vanno così a Parigi per sfidare un’altra squadra di Londra.

La finale si è accende quando Juan Eduardo Esnaider, che aveva segnato in ciascuna partita precedente, scarica un sinistro a rete al 68’ con Seaman immobile. Otto minuti più tardi John Hartson pareggia per la squadra di Stewart Houston e la partita va così ai supplementari dove Nayim, centrocampista di origine araba, scrive una pagina di storia per sé e per il Real Zaragoza.


La Sampdoria di Sven-Göran Eriksson
è in piena fase di evoluzione: la truppa dello scudetto è ormai smembrata e i doriani non riescono più a trovare spazio nel panorama italiano dominato ormai dalle “sette sorelle”. In Coppa l’esordio non è certo soft perchè a Oslo i norvegesi del Bodoe si portano sul 2-0 già alla mezz’ora. Bertarelli riporta il match sul 2-1 ma al 58′ Johnsen batte ancora Zenga e a Platt non resta che ridurre lo svantaggio sul 3-2. A Genova ritorno alla normalità con Platt e Lombardo che regolano il Bodoe con un secco 2-0. Agli ottavi gli svizzeri del Grasshopper escono da Marassi sotto un eloquente 3-0 (Melli, Mihajlovic e Maspero) e a Zurigo basta una sconfitta di misura ancora per 3-2 per arrivare ai quarti. In primavera arriva il Porto che fa il colpaccio a Genova con un rete di Yuran. In Portogallo Mancini pareggia i conti al 48′ con un delizioso sinistro al volo che punisce Vitor Baia. Si arriva ai rigori dove la Samp è ineccepibile con i suoi cinque penalty in rete mentre dall’altra parte Latapy si fa stregare da Zenga mandando in semifinale i blucerchiati.

L’Arsenal è l’ostacolo verso un’insperata finale. A Londra per la terza volta la Samp esce sconfitta per 3-2 in un match di rara intensità con Jugovic che realizza una doppietta. Nel ritorno succede di tutto: dopo la rete inglese di Wright la squadra di Eriksson ha perso una qualificazione che aveva gia’ in tasca, quando a due minuti dalla fine, dopo una spettacolare rimonta con Mancini e doppietta di Bellucci, sul 3-1 si lascia castigare da una punizione di Schwarz. Ai rigori, Zenga è bravo su Merson, Seaman miracoloso (tre parate) e Lombardo, che aveva firmato a Oporto la qualificazione alle semifinali, si fa respingere il tiro.

IL TABELLONE DELLA COPPA DELLE COPPE 1994/95

Turno preliminare

Bangor – Tatran Prešov 0-5 (0-1; 0-4)
Barry Town – Žalgiris Vilnius 0-7 (0-1; 0-6)
Bodø/Glimt – Olimpija Rīga 6-0 (6-0; 0-0)
Fandok Babrujsk – Tirana 4-4 (4-1; 0-3)
Ferencváros – F91 Dudelange 12-2 (6-1; 6-1)
Floriana – Sligo Rovers 2-3 (2-2; 0-1)
Keflavik – Maccabi Tel Aviv 2-6 (1-2; 1-4)
Norma Tallinn – Maribor 1-14 (1-4; 0-10)
Blagoevgrad – Schaan 4-0 (3-0; 1-0)
B71 Sandur – HJK Helsinki 0-7 (0-5; 0-2)
Tiligul-Tiras Tiraspol – Omonia 1-4 (0-1; 1-3)
Viktoria Zizkov – IFK Norrköping 4-3 (1-0; 3-3)

Sedicesimi di finale

Žalgiris Vilnius – Feyenoord 2-3 (1-1; 1-2)
Maccabi Tel Aviv – Werder Brema 0-2 (0-0; 0-2)
Dundee Utd – Tatran Prešov 4-5 (3-2; 1-3)
Gloria Bistriţa – Real Saragozza 2-5 (2-1; 0-4)
Sligo Rovers – Bruges 2-5 (1-2; 1-3)
Blagoevgrad – Panathīnaïkos 1-8 (0-2; 1-6)
Chelsea – Viktoria Zizkov 4-2 (4-2; 0-0)
Maribor – Austria Vienna 1-4 (1-1; 0-3)
Brøndby – Tirana 4-0 (3-0; 1-0)
Omonia – Arsenal 1-6 (1-3; 0-3)
Beşiktaş – HJK Helsinki 3-1 (2-0; 1-1)
Croazia Zagabria – Auxerre 3-4 (3-1; 0-3)
Bodø/Glimt – Sampdoria 3-4 (3-2; 0-2)
Grasshopper  – Chernomorets Odessa 3-1 (3-0; 0-1)
Porto – ŁKS Łódź 3-0 (2-0; 1-0)
CSKA Mosca – Ferencváros 3-3 (2-1; 1-2 (6-7 dcr))

Ottavi di finale

Feyenoord – Werder Brema 5-3 (1-0; 4-3)
Tatran Prešov – Real Saragozza 1-6 (0-4; 1-2)
Bruges – Panathīnaïkos 1-0 (1-0; 0-0)
Chelsea – Austria Vienna 1-1 (0-0; 1-1)
Brøndby – Arsenal 3-4 (1-2; 2-2)
Beşiktaş – Auxerre 2-4 (2-2; 0-2)
Sampdoria – Grasshopper  5-3 (3-0; 2-3)
Porto – Ferencváros 6-2 (6-0; 0-2)

Quarti di finale

Feyenoord – Real Saragozza 1-2 (1-0; 0-2)
Bruges – Chelsea 1-2 (1-0; 0-2)
Arsenal – Auxerre 2-1 (1-1; 1-0)
Sampdoria – Porto 1-1 (0-1; 1-0 (5-3 dcr))

Semifinali

Real Saragozza – Chelsea 4-3 (3-0; 1-3)
Arsenal – Sampdoria 5-5 (3-2; 2-3 (3-2 dcr))

FINALE

10 maggio 1995 – Parc des Princes, Parigi
Real Saragozza – Arsenal 2-1 d.t.s.
Real Saragozza: Cedrun, Belsue, Caceres, Aguado, Solana, Poyet, Aragon, Pardeza, Higuera (Sanjuan 77 (Geli 111)), Nayim, Esnaider
Arsenal: Seaman, Dixon, Adams, Linighan, Winterburn (Morrow 47), Keown (Hillier 46), Parlour, Schwarz, Merson, Wright, Hartson
Arbitro: Piero Ceccarini (Italia)
Reti: 68′ 1-0: Esnáider; 77′ 1-1: Hartson; 120′ 2-1 Nayim
VINCITORE: REAL SARAGOZZA