Mondiali 1986: Italia-Bulgaria 1-1

italia-bulgaria-198+-rassegne-wp

Italia bellissima, ma non basta

L’Italia ha buttato la più propizia occasione per esordire ai mondiali con un pò di piglio e di vena. Ha sbagliato qualcosa come sei palle-gol. E la nemesi non perdona quando il calcio viene irriso a questo modo. Lo stacco fra l’Italia e i bulgari sarebbe stato meglio espresso con un punteggio di due-tre gol superiore. Gli italiani hanno sciupato troppo. Tre volte sono arrivati al gol nel primo tempo e l’hanno sbagliato prima di segnare con Altobelli; tre altre volte, se non quattro, sono arrivati al gol nel secondo tempo e alla fine si son lasciati infilare dai bulgari. Ho la magra soddisfazione di avere previsto, come si ricorderà il benigno lettore, che non saremmo riusciti a battere questa rude squadra di lottatori, non particolarmente eleganti però sempre vivi, qualche volta violenti, sempre molto pratici.

L’Italia ha incominciato benissimo con un De Napoli superiore all’attesa di tutti coloro che pure lo conoscevano con un centrocampo ben imperniato su Di Gennaro e alimentato di idee da Bagni, che per altro nel primo tempo ha esagerato nel tener palla e nel prendere iniziative in dribbling. Hanno invece deluso in attacco Conti che ha sempre iniziato in dribbling perdendoli continuamente e non andando oltre un paio di cross in tutto il tempo che ha giocato e sulla sinistra Cabrini che ha sempre effettuato dei cross molto teorici, mai indirizzati al compagno meglio smarcato. Cabrini ha la colpa di aver mancato un gol fatto a pochi passi dalla rete e come lui hanno sbagliato nel secondo tempo due volte Altobelli e una volta Galderisi. Ho già detto che quando si sciupa poi si viene puniti.

Nel secondo tempo i bulgari hanno sempre tenuto l’iniziativa del gioco ed hanno portato alla scoppiatura De Napoli che non si è più visto e per fortuna ha retto alle sue spalle l’energico Bergomi. Ha giocato bene nel secondo tempo anche Vierchowod mentre Scirea è rimasto chiuso in un anonimato abbastanza strano per uno della sua classe. Conti è stato incornato come era da prevedere e come in effetti avevo previsto ed è stato costretto ad uscire. Vialli che è entrato al suo posto non ha portato alcun vantaggio alla squadra perchè era sì più mobile di Conti ma non aveva nè felicità di controlli nè altro che lo scatto in avanti che gli è riuscito due sole volte in cross.

Imposta la partita subito la Bulgaria ma trova un inatteso centrocampo italiano molto bene impostato su Di Gennaro e soprattutto su De Napoli sorprendente per i suoi interventi di anticipo e per i suoi rilanci. Anche Bagni si impiega al meglio ed è proprio lui il primo a tentare una conclusione peraltro assai debole e fischiata dal pubblico messicano che ricorda molto quello di Napoli. E’ molto temibile Getov sulle punizioni, ma Vierchowod non sembra ricordarsene per riparare ad un dribbling perso da Conti deve fallare Mladenov. Per fortuna Getov spara sulla barriera e Galderisi avrebbe la palla buona per il contropiede ma viene steso cinicamente dai grossolani difensori bulgari.

L’Italia è cauta e la Bulgaria si è spaventata evidentemente del brio di Galderisi. Al 9′ Bagni viene calciato e dà la punizione a Galderisi che ottiene un angolo. Batte Conti da destra per De Napoli vicino: freddamente scarta un uomo De Napoli in ottimo stile e sferra un destro che potrebbe essere da gol ma sorvola la traversa. Un altro fallo all’11’ questa volta di De Napoli, chiama Getov alla punizione dal vertice sinistro, per nostra fortuna colpisce un compagno e sul rimpallo cicca disastrosamente Sadkov poi tira a Sirakov da fuori e Galli non fa che raccogliere palla.

Al 14′ Galderisi che riceve tocco da Conti porge una palla-gol ad Altobelli che sorvola il portiere: è la prima palla-gol errata se non si tien conto di quella sferrata da De Napoli su angolo. Al 16′ un’altra palla-gol sbagliata dagli italiani, Di Gennaro lancia in profondità a Galderisi esce per anticiparlo dall’ area il portiere Mikhailov ma sbaglia l’entrata, Galderisi commette un peccato di presunzione ed essendo troppo spostato sul fondo cerca di infilare mancando una palla che avrebbe potuto portare al centro. Al 23′ Conti che mi sembra in pessima vena compie un grande arresto su lancio lungo ma poi perde il dribbling su Markov che lo beffa dribblandolo a sua volta. Il gioco non è molto attraente, i nostri si accontentano di controllare in realtà sono superiori all’attesa (mia).

I bulgari cauti aspettano il contropiede. Un altro fallo di Vierchowod dal 26′ su Iskrenov, Getov viene a battere da destra e Galli compie la sola bella parata in uscita alta. Poi è bravo De Napoli a smarcarsi sulla destra ma Conti purtroppo sbaglia l’appoggio e al 29′ ottimo lo spunto di Altobelli che regge a tre takles avversari e lascia pallagol a Di Gennaro che la sbaglia con il sinistro. E questa è la terza pallagol e c’è motivo di preoccuparsi perchè come noto la nemesi non perdona mai nel calcio questi sprechi.

Il gioco non è attraente e i messicani invocano ora la loro squadra nazionale. Al 34′ Arabov molto cinicamente stende Galderisi che lo sta saltando per liberarsi al gol. Stupisce che l’arbitro non lo ammonisca. Al 36′ De Napoli si segnala in difesa soccorrendo Vierchowod saltato da Sadkov. Poi De Napoli stesso serve Galderisi a sorpresa e questi manca l’aggancio. Si arriva stancamente verso la fine del tempo e ancora Galderisi costringe Dimitrov a calciarlo da tergo. L’arbitro lo punisce con una punizione che Di Gennaro si appresta a battere a una decina di metri dalla linea dell’ area. La punizione in diagonale sinistra-destra e trova Altobelli felicemente libero sulla destra: il popolare spillo degli interisti oppone a tempo debito il piatto destro e infila di precisione l’esterrefatto Mikhailov. Un gol non atteso per vero dire e dopo un istante Bergomi sciupa l’occasione di raddoppiarlo mettendosi in triangolo con Altobelli.

Devo dire che la squadra italiana se l’è cavata bene con molta tradizionale prudenza esordendo molto meglio che non abbia fatto l’ultima volta in Spagna. Ci ricordiamo del ’78 dell’Argentina. Comunque se devo dare una valutazione per il primo tempo dei nostri azzurri, non giudicherei Galli, darei un 6 a Bergomi, un 5 deciso a Cabrini, un 7,5 a De Napoli, un 6 a Vierchowod, un 6 a Scirea, un 5,5 a Conti, un 6,5 a Di Gennaro, un 6 a Galderisi, un 6 a Bagni, e un 7 ad Altobelli.

I bulgari tentano animosamente di riportarsi in pareggio e mi pare che il centrocampo italiano non sia più disinvolto come nel primo tempo. Tuttavia un tiro di De Napoli sfiora il sette alla destra di Mikhailov, ma poi Bergomi si fa ammonire per una grottesca bloccata con le mani. Viene ammonito al 5′ anche Markov perchè incorna bufalinamente Conti che viene malamente steso. Sempre dominano i bulgari ma in un’azione di contropiede al 15′ Scirea apre su Altobelli che gli ridà palla in area: completamente libero il capitano spara sul portiere. Scirea si segnala anche per farsi ammonire quando tarda a far arretrare la barriera su una punizione di Getov. Al 23′ 45″ scatto di Vialli (che nel frattempo ha sostituito Conti), salta il suo terzino Markov crossa Altobelli da sinistra rifinisce di testa per Galderisi che si confonde e si ferma ad una rovesciatina velleitaria.

Al 25′ Vialli opera una lunga rimessa di mano e invita Vierchowod a tentare il tiro da 25 metri, il suo gran destro sfiora il sette alla sua sinistra. Poi al 27′ viene fallato Galderisi e la punizione di Di Gennaro finisce ad Altobelli sulla sinistra: Altobelli corregge per Cabrini che da due passi riesce ad alzare d’ incornata. Continuano a dominare i bulgari mentre cala il centrocampo italiano che ormai non brilla più se non nelle reazioni di Bagni. Al 40′ fatalmente su un cross di Kostadinov da sinistra Sirakov infila crudelmente Galli. La sorpresa è grande per tutti: purtroppo non per me, che ieri avevo pronosticato l’1 a 1. Non è che per questo ne sia molto fiero. A domani.

Gianni Brera


31-5-1986, Città del Messico
ITALIA – BULGARIA 1 – 1
Reti: 1:0 Altobelli (44), 1:1 Sirakov (85)
Italia: Galli, Bergomi, Vierchowod, Scirea (c), Cabrini, De Napoli, Bagni, Di Gennaro, Conti (66 Vialli), Galderisi, Altobelli
Bulgaria: Mikhailov, Zdravkov, Dimitrov (c), Arabov, A. Markov, Sadkov, Sirakov, Getov, Gospodinov (74 Zheliazkov), Iskrenov (66 Kostadinov), Mladenov
Arbitro: Fredriksson (Svezia)