SIBILIA Antonio: Il commendatore che fece grande Avellino

sibilia-antonio-avellino-wp

E’ stato uno dei padri-padrone, presidente dell’Avellino per quasi mezzo secolo, in un calcio di personaggi pittoreschi. La medaglia a Cutolo e l’arresto al “Gallia”. Incassò tredici miliardi dalla Juventus con le cessioni di Vignola, Tacconi e Favero. Antonio Sibilia, figlio di un esportatore di frutta secca, una figura solida, compatta, dovuta alla mancanza di … Leggi tutto

ROZZI Costantino: il Presidentissimo

rozzi-ascoli-wp

Fino a 40 anni si era disinteressato di calcio e anzi derideva “quei matti che vanno alla partita”. Diventato presidente nel 1968, puntò subito verso traguardi ambiziosi. E li raggiunse tutti. Costantino Rozzi ovvero gli anni ruggenti (e struggenti) dell’Ascoli. I successi, tutti i grandi successi della squadra bianconera sono indissolubilmente legati al nome del … Leggi tutto

MORATTI Angelo: coppe, scudetti e passione

moratti-monografie-wp1

Era la serata del 28 maggio 1955 allorchè un lungo applauso ufficializzava l’avvento di Angelo Moratti alla presidenza dell’Inter. Già affermato petroliere e futuro cavaliere del Lavoro, al calcio il nuovo patron dell’Inter s’era avvicinato poco piu’ di vent’anni prima, spintovi dalla moglie Erminia.La coppia abitava a Roma e lei, tifosa nerazzurra sin da bambina, … Leggi tutto

L’Ascoli di Rozzi e i tre trofei anni 80

rozzi-ascoli-wp

La Red Leaf Cup nel 1980, il Torneo di Capodanno l’anno dopo e la Mitropa Cup 1986: tre coppe misconosciute nel decennio d’oro dei marchigiani guidati dal presidente-padrone Costantino Rozzi. «Nella vita non bisogna arrendersi mai. La rovina può arrivare sempre, anche in zona Cesarini. Nei momenti cioè in cui si allenta la presa. Ma perchè parliamo … Leggi tutto

Achille Lauro: il Napoli al tempo del Comandante

achille lauro

Quattro decenni di calcio partenopeo vissuti all’insegna, nel bene e nel male, del comandante Achille Lauro. A lui si deve l’acquisto-record di Jeppson e l’arrivo di Pesaola e Vinicio. Ecco la storia di una grande passione. Il nuovo santo protettore del Napoli si materializza il 15 marzo 1936, nella persona del Grand Ufficial Comandante Achille … Leggi tutto

Buticchi: la saga triste dell’ex patron del Milan

buticchi-milan-portrait

Una vita passata tra polemiche, discussioni, belle donne, uomini in pantaloncini corti da comprare e da vendere, casinò e roulette, pozzi petroliferi e yacht da favola, e vent’anni terribili di cecità dopo un tentativo di suicidio. Presidente dal ’72 al ’75, quando rilevò la squadra da Sordillo, Buticchi seppe portare il Milan alla conquista della … Leggi tutto

La Sampdoria di Mantovani

sampdoria-mantovani-wp

Mantovani costruì una squadra bella e concreta, degna rappresentante di un altro modo di vivere il pallone, con tanti campioni (Mancini, Vialli, Vierchowod, Pagliuca, Cerezo, Lombardo) e altri giocatori che sarebbe riduttivo definire comprimari. «L’unica cosa di cui non sono pentito, nella mia vita, è di essere diventato presidente della Sampdoria» Paolo Mantovani, romano, tifoso della Lazio, … Leggi tutto

Umberto Agnelli e la prima Grande Juve del dopoguerra

juve-umbertoagnelli-wp

L’avventura bianconera di Umberto Agnelli comincia nel ’55, come commissario straordinario (poi diverrà presidente): con lui arrivano Sivori e Charles. Nel ’59 fu eletto presidente della Federazione (si dimise nel ’61). Nel ’62 lasciò anche la Juve, per riprenderne il controllo a metà degli anni Novanta attaverso l’Ifi. C’era mancato poco che Umberto Agnelli non … Leggi tutto

BECKENBAUER Franz: il kaiser del calcio tedesco

franz-beckenbauer-storiedicalcio

Prologo Franz Beckenbauer, Kaiser-Franz per i tedeschi, è senz’altro fra i giocatori che hanno vinto tutto quanto c’era da vincere. Coppe dei Campioni, Coppa Intercontinentale, Coppa delle Coppe, campionati e Coppe di Germania con la maglia del Bayern, Coppa del Mondo e Coppa delle Nazioni con la maglia bianca della Nazionale, Pallone d’Oro come miglior calciatore europeo in … Leggi tutto

ANCONETANI Romeo: il padre padrone

anconetani-bandiera-pisa-calcio

Sempre protagonista, nel bene e nel male. Portò i nerazzurri dalla C alla A, lanciò talenti come Kieft e Simeone Antesignano dei moderni procuratori, aveva acquistato il Pisa nel 1978 e lo aveva lasciato nell’estate 1994, dopo il fallimento. Un presidente d’ altri tempi, polemico, vulcanico, scaramantico, un irascibile mangia-allenatori. Famosi i suoi riti col … Leggi tutto