Il Napoli di Maradona

diego-armando-maradona-33572

L’accoglienza messianica, i trionfi, le polemiche, il crollo: storia di sette stagioni davvero indimenticabili Il giorno dell’apparizione è il 5 luglio 1984. Il luogo, lo stadio San Paolo. Non c’è una partita nell’immenso catino stracolmo. C’è un omino che palleggia da solo, tra gli “oh” della folla. Quell’omino è Diego Armando Maradona, di anni ventiquattro. … Leggi tutto

Napoli ha vinto, e scusate il ritardo

17434549_1865705843668112_656488816308025859_o

Capire Napoli non è facile. Non è facile per i napoletani, figuriamoci per gli altri. Una città piena di contraddizioni; meglio ancora, una città bifronte: europea e levantina, moderna e arretrata, metropoli e casbah, vitale e stagnante. Nel lontano 1802, l’esule Vincenzo Cuoco scriveva che la nazione napolitana si poteva considerare divisa in due popoli… … Leggi tutto

JULIANO Antonio: la classe operaia va in Paradiso

Juliano-Antonio-storiedicalcio

Napoletano atipico, certo. In campo e anche fuori. Petto in fuori, orgoglio partenopeo tracimante, serietà e voglia di vincere senza improvvisazioni, con geometrie lineari in campo e con spirito manageriale, seppur rudimentale, fuori. Antonio Juliano non è solo una bandiera del Napoli. È stato l’alfiere di una squadra che si è battuta con le big … Leggi tutto

Il Napoli di Luis Vinicio

napolivinicio-wp

Stagione 1974-75: Nella stagione immediatamente successiva al Mondiale, un allenatore coraggioso decise di non limitarsi a spargere il fumo delle chiacchiere, ma di passare senz’altro ai fatti… IL VANGELO SECONDO O’LIONE Era trascorso qualche anno dal suggestivo esperimento di Amaral alla Juventus e fu un connazionale del ginnasiarca brasiliano a piantare nuovamente l’arbusto della zona … Leggi tutto

Napoli e Savoldi: sogni tra la spazzatura

Giuseppe Savoldi

Luglio del 1975: Beppe Savoldi passò dal Bologna al Napoli per un miliardo e 400 milioni in contanti, piu’ l’attaccante Clerici e la comproprietà del centrocampista Rampanti, che erano stati valutati complessivamente 600 milioni. Due miliardi, record assoluto. Correva l’anno 1975. O, meglio, arrancava come Dorando Pietri, tanto che quando arrivò al traguardo, l’allora ministro … Leggi tutto

La storia degli stadi del Napoli

stadio-napoli-storia-wp

Hanno pericolosamente traballato per le serpentine di Sallustro, ondeggiato per le finte a stinco nudo di Sivori, sospirato per le capocciate baffute di Savoldi, per poi prostrarsi davanti al genio iperbolico di Maradona. Come in un ideale escalation di spettacolo calcistico, a far da teatro al talento. Sono gli stadi di Napoli, all’inizio quattro assi … Leggi tutto

Il Giaguaro e quel rinvio sbagliato che decise la volata salvezza

napoli-genoa-faccenda-castellini-wp

All’ultima giornata del campionato ‘81/82, nei minuti finali di Napoli-Genoa, da un errore di Luciano Castellini scaturì il corner che determinò il pareggio dei grifoni che rimasero in A condannando il Milan alla retrocessione. Nacque così uno dei più longevi gemellaggi tra tifoserie calcistiche. Si concluse con una vera e propria bagarre la corsa per … Leggi tutto

Napoli 1989/90: lo scudetto della moneta

napoli-1989-90-wp

Le luci del golfo abbagliano, i vicoli traballano sotto il brontolio del Vesuvio, la città sfiora l’azzurro del cielo: Napoli è sempre Napoli. E fuochi d’artifìcio, San Gennaro, luci e cori, in un impasto di colori che dice di una città fuori dal comune. Mille giorni erano passati tra il primo e il secondo scudetto, … Leggi tutto

Massimo Crippa: al servizio dei campioni

massimo-crippa-chi-wp

Nel calcio c’è chi nasce portiere ma poi diventa attaccante e chi fa il percorso inverso. Poi ci sono quelli che hanno una predilezione per un gioco di squadra, fatto di corsa, sacrificio e tanta voglia di gettare ogni volta il cuore oltre l’ostacolo, per poi andarlo a recuperare, ma soprattutto chi sceglie questo ruolo … Leggi tutto

Napoli 1982/83, l’ultimo regalo del Petisso

napoli8283-figurine-wp1

Nella stagione 1982/83, i partenopei rischiarono di retrocedere. Dopo un pessimo girone d’andata, l’arrivo in panchina del duo Pesaola-Rambone portò la squadra alla salvezza. Un gol di tacco di Dal Fiume, contro il Cesena che pose fine all’incubo di scivolare in B. La stagione 1982/83 fu un’annata molto tormentata per il Napoli. Dopo un ottimo … Leggi tutto

Napoli ed il testacoda letale dell’aprile 1981

napoli-1980-81-wp

A cinque giornate dal termine del campionato, i partenopei, primi in classifica, furono battuti in casa dal derelitto Perugia, fanalino di coda. Al San Paolo, un’autorete di Ferrario fece svanire il sogno scudetto. PROLOGO Era il 26 aprile 1981. Il campionato di serie A si avviava verso una spettacolare volata a tre per lo scudetto … Leggi tutto